Presi dopo colpo in banca

Versione stampabileVersione stampabile

In manetteda lasicilia.it
Nel primo pomeriggio di giovedì scorso un cittadino segnalava al numero d’emergenza dei carabinieri una rapina in corso all’agenzia della banca Unicredit di piazza XXV aprile, a Misterbianco. Immediatamente veniva attivato il piano antirapina predisposto appositamente dal Comando provinciale dei carabinieri di Catania.

Una pattuglia dei militari dell’Arma di Misterbianco, prontamente intervenuta sul posto, anche grazie alla collaborazione di alcuni cittadini riusciva a mettersi sulle tracce di uno dei rapinatori, successivamente identificato in Nicola Zuccarà, 19enne del quartiere S. Giorgio di Catania, intercettandolo e catturandolo nell’adiacente via Cairoli con ancora in mano una busta contenente la somma poco prima rapinata nell’istituto di credito: 14 mila e 700 euro. Le altre pattuglie dei carabinieri intervenute sul posto, dopo avere acquisito ulteriori elementi descrittivi utili per risalire all’identità del secondo rapinatore, poi identificato in Orazio Pino junior, 18enne catanese, diramavano le notizie alle centrali operative delle altre forze di polizia, ritenendo che il fuggitivo fosse ancora nelle adiacenze. Un’intuizione rivelatasi esatta, tanto che lo stesso veniva rintracciato poco dopo da una pattuglia della polizia di Stato di Catania nei pressi di un ipermercato di Misterbianco, mentre a piedi cercava di sottrarsi alle ricerche delle forze di polizia, che nel frattempo stavano convergendo sul posto. Per i due rapinatori si sono, quindi, aperte le porte del carcere di piazza Lanza, anche se per il momento Zuccarà, che durante la fuga si procurava una frattura a una gamba, è ricoverato all’ospedale Garibaldi vecchio, piantonato dai carabinieri.

 

 


LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

 

 

tags: