Negozi e 2^ casa: il 16 si paga l'Imu

Versione stampabileVersione stampabile

Gettito IMU MisterbiancoDistricarsi sulle nuove imposte è già un vero rompicapo. E le istituzioni locali sono chiamate a fare chiarezza il più possibile, nei limiti delle norme già certe e in attesa delle disposizioni ancora da venire.

Con manifesti pubblici datati 26 maggio, a firma del dirigente del Settore Entrate tributarie locali dott. Mario Coco, il Comune di Misterbianco ha emanato un «avviso ai contribuenti» ai fini di assicurare "la corretta informazione" e fornire talune istruzioni operative ai cittadini in merito all'Imposta Unica Comunale (Iuc) istituita dalla legge con decorrenza dal gennaio 2014 e basata sui due presupposti impositivi del possesso degli immobili e della fruizione di servizi comunali.

La nuova imposta di legge Iuc è costituita da più componenti: anzitutto, da una componente di natura patrimoniale che è l'Imu dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali e le loro pertinenze e le altre fattispecie assimilate dalla legge.

Nelle more dell'approvazione del regolamento per l'applicazione dell'I. u. c e dell'approvazione di aliquote e detrazioni per l'anno 2014 (su cui dovrà provvedere il Consiglio comunale), il versamento della prima rata di acconto dell'Imu dovrà essere effettuato in autoliquidazione entro il 16 giugno prossimo in misura pari al 50% dell'importo annuale dovuto, applicando le aliquote e le detrazioni del 2013.

Una seconda componente della nuova Iuc riferita ai servizi fruiti, è la TASI (tributo per i servizi indivisibili), a carico sia del possessore che dell'utilizzatore dell'immobile. La scadenza di pagamento dell'acconto è stata prorogata al 16 settembre 2014, e seguiranno ulteriori indicazioni ai contribuenti per il pagamento dovuto, che dovrà avvenire anch'esso in autoliquidazione con le stesse modalità di calcolo previste per l'Imu, dopo che il Settore Tributi avrà comunicato ogni elemento utile per il pagamento di tale nuovo tributo.

Infine, per quanto concerne l'altra componente dell'Iuc che è la Tari (tassa sui rifiuti), destinata a finanziare appunto il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti a carico dell'utilizzatore, l'avviso pubblico precisa che, nelle more dell'approvazione del Piano finanziario e delle tariffe per l'anno 2014, il Comune provvederà all'invio di apposito avviso di pagamento ai contribuenti sulla base delle tariffe Tares vigenti nell'anno precedente, prevedendo il pagamento dell'acconto in due rate con scadenze che saranno successivamente comunicate.

In definitiva, c'è allo stato attuale la sola scadenza prossima del 16 giugno per il pagamento dell'acconto sull'IMU al 50% come nel 2013. Il resto (TARI e TASI) è affidato a prossime normative statali.

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
06/06/2014

tags: