Motta: La Festa solo religiosa all'amata Patrona Sant'Anastasia, condizionata dal Covid

Versione stampabileVersione stampabile

Sant'AnastasiaCon il “Triduo di preparazione” da giovedì a sabato, con il rosario alle 18,30 e la celebrazione eucaristica alle 19 con la partecipazione dei Rioni, sono cominciati presso la Parrocchia Santa Maria del Rosario i festeggiamenti in onore della Patrona Sant’Anastasia, in programma fino a martedì 25.

Una solenne e sentitissima festa religiosa che quest’anno si svolgerà - come preannunciato nei manifesti e locandine - «nel pieno rispetto delle normative vigenti in relazione all’emergenza covid-19». Una festa segnata dalla massima prudenza e responsabilità dettate dal particolare periodo, in cui mancheranno tanti momenti, eventi e gesti tradizionali di Motta: «non quella cui si è abituati e che si sarebbe voluta», ma comunque “unificante” di una comunità che si affida alla protezione dell’amata Patrona.

Il programma prevede domenica 23 il rosario alle 18,30 e la celebrazione eucaristica alle 19; poi alle 20,30 l’esposizione delle sacre reliquie della Santa davanti alla cameretta e l’ascolto audio della vita e della passione della Vergine e martire; alle ore 23, l’apertura della cameretta, a porte chiuse e con la partecipazione della sola rappresentanza delle autorità civili e militari e dei Rioni, trasmessa in diretta streaming sulla pagina facebook della Pro Loco di Motta S. Anastasia. Lunedì 24, alle ore 8 lo scampanìo a festa e lo sparo di colpi di cannone a salve; alle 10 l’offerta dei fiori e della cera alla Santa Patrona da parte delle autorità, dei Rioni e dei fedeli; e quattro celebrazioni eucaristiche: alle ore 8,30, alle 10,30, alle 19 (presieduta da mons. Salvatore Genchi, vicario generale dell’Arcidiocesi di Catania) e alle ore 21. Martedì 25, solennità della Santa, nuovamente alle 8 scampanìo a festa e colpi di cannone; alle 8,30 e 10,30 celebrazioni eucaristiche; alle 19, solenne Pontificale di Sant’Anastasia, presieduto da mons. Salvatore Gristina arcivescovo metropolita di Catania; alle 21, celebrazione eucaristica, benedizione con le sacre reliquie e fine dei festeggiamenti.

Lunedì e martedì, la chiesa rimarrà aperta dalle ore 8 alle 13 e dalle 17 alle 22,30. «Tutti i fedeli sono invitati ad attenersi scrupolosamente alle seguenti indicazioni: all’ingresso della chiesa, igienizzare le mani; indossare la mascherina e rispettare le distanze di sicurezza».

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
22/08/2020

tags: