"Insegnare", il nuovo libro della scrittrice e docente Martina Asero

Versione stampabileVersione stampabile

InsegnareRaccontare del “mestiere più bello del mondo”. D’un mestiere cioè, che molto spesso è svilito agli occhi dell’opinione pubblica, ma che ha un valore grande per la crescita dell’uomo e dell’intera società.

Questo è il life motive dell’ultima fatica letteraria (si dice così, no!?) di Martina Asero, con “Insegnare” (Woman Plot, 2021). E chi meglio di lei, insegnante, scrittrice e operatrice culturale, può raccontare dell’insegnamento!? Cioè, può raccontare raccontandosi. Perché Martina insegna con passione ai ragazzi delle scuole medie. E perché sono sempre pochi coloro che parlano di quanto sia avvincenti, stimolante, emozionante essere un insegnante e di cosa significhi “segnare” letteralmente le menti dei giovani.

Il libro di Martina Asero “demistifica” una serie di luoghi comuni – entrare di ruolo in Italia prima dei quarant’anni è impossibile, i ragazzi sono apatici e non amano leggere, i genitori sono ingestibili – e mira a risaldare la fiducia degli aspiranti docenti, troppo spesso messa a dura prova da chi non crede nella forza travolgente dell’educazione. Perché, come dice Martina, “l’insegnamento non è né una sfiga, né un privilegio, ma, se vissuto con passione, è davvero il mestiere più bello del mondo”. E già il libro della prof.ssa Martina Asero ha spiccato il volo, di recente è stato presentato nella Biblioteca Comunale di Belpasso, nella libreria Prampolini di Catania, e all’Expo di Pedara, con una notevole e significativa partecipazione di insegnanti, di giovani e di genitori.

Martina Asero, misterbianchese, insegna Lettere nella scuola media. Inoltre, è attrice, coreografa e scrittrice, e dirige con il marito la Compagnia Teatrale “Sesto Senso”. Gestisce il canale Youtube Ima AndtheBooks dedicato al mondo dei libri e della lettura. Ha pubblicato i romanzi, Blind (Il Filo, 2008), e Il sogno e la visione (Europa 2016). Ma, soprattutto, ama “insegnare” ai ragazzi, e ama il mestiere più bello del mondo.

Angelo Battiato

tags: