Il sindaco Di Guardo interviene dopo la contestazione dei lavoratori della Oikos nel corso del comizio per la chiusura della discarica: "Non si facciano strumentalizzare"

Versione stampabileVersione stampabile

Comune di MisterbiancoCOMUNICATO STAMPA del 28 luglio 2014
“I lavoratori della Oikos non debbono temere per la loro occupazione e non si facciano illudere e strumentalizzare da nessuno per fini diversi.”

E' il sindaco Nino Di Guardo ad intervenire all'indomani del comizio tenuto assieme i comitati civici “No discarica” che ha registrato la contestazione in piazza nel corso del comizio dei lavoratori della Oikos preoccupati per i loro futuro.

“La chiusura della discarica non significa l'automatica perdita del posto di lavoro – continua Di Guardo – la maggior parte dei dipendenti sono impegnati nella raccolta dei rifiuti in tanti comuni come lo erano fino al mese scorso nel nostro, dove la ditta non ha voluto prendere parte alla gara. Il comune – afferma il sindaco - farà di tutto per mantenere i livelli occupazionali, ma l'ipotetica perdita di lavoro non può rappresentare una minaccia in una battaglia per il rispetto della legalità e dell'ambiente. Sarebbe – conclude Di Guardo - come affermare di essere favorevoli alla guerra nel mondo per mantenere occupati i lavoratori che producono armi ed ordigni bellici.”
Il sindaco Di Guardo rivendica la linearità di una battaglia che è di tutta la comunità:
“Noi non demorderemo dalle nostre posizioni e dal rispetto delle leggi perché questa giusta battaglia tutela anche la salute di coloro che vi lavorano.”

Ufficio stampa
Carmelo Santonocito

tags: