Un codice a barre per i rifiuti

Versione stampabileVersione stampabile

isola in funzione
Dopo la prima fase di avvio per far crescere la percentuale di rifiuti differenziati, avviata lo scorso aprile con la raccolta "porta a porta" e l'eliminazione in tutto il centro storico e nel quartiere di Belsito dei cassonetti e delle campane, da ieri sono in distribuzione su tutto il territorio comunale di Misterbianco dei badge per tutti i cittadini residenti i quali potranno utilizzarlo per il conferimento nell'isola ecologica e godere così direttamente dello sconto in bolletta.

Carmelo Santonocito
La Sicilia
29/08/2011

L'iniziativa è della società "Simeto Ambiente", ed è realizzata in accordo con l'assemblea dei Comuni partecipanti, che ha iniziato la distribuzione presso le famiglie censite nei comuni dell'Ato 3 tra cui Misterbianco.
Proprio il centro etneo ha dal 2001 una propria isola ecologica, ceduta poi, tramite la Simeto Ambiente al consorzio Simco che si occupa della raccolta nei diciotto Comuni che è da sempre tra le isole ecologiche più efficienti, che ha permesso negli ultimi due anni di potere contare su uno sconto in fattura per quei cittadini, che attraverso l'utilizzo di un badge nominativo e con foto rilasciato presso la stessa isola ecologica, potevano contare su un risparmio personalizzato.

Adesso questa facoltà sarà a disposizione di tutti i cittadini che la riceveranno direttamente nel loro domicilio della nuova tessera nominativa che al posto della banda magnetica avrà un riconoscimento ottico tramite il codice barra, che avrà lo stesso identificativo per evitare la perdita dei dati conferiti precedentemente da parte di quei cittadini che utilizzavano la precedente tessera.

«Da quando abbiamo iniziato la raccolta "porta a porta" - ha detto l'assessore all'Ecologia, Franco Galasso - è aumentato sensibilmente il numero dei cittadini che conferisce direttamente nell'isola ecologica sapendo di potere usufruire degli sgravi. Questo ci ha spinto ancora di più ad incentivare questo sistema, rilasciando a tutti i cittadini il tesserino, che lo riceveranno direttamente al proprio domicilio, in modo da portare la percentuale di differenziata dal 25 al 30% in poco tempo».

Se tutti i Comuni avessero un'isola ecologica, degna di questo nome, diminuirebbero in percentuale anche i costi di gestione, dal momento che il tesserino è in distribuzione in queste settimane in tutti i Comuni per incentivare la raccolta differenziata oltre all'abituale raccolta "porta a porta" che ha già determinato sensibili risparmi nel conferimento in discarica di minori quantitativi di rifiuti indifferenziati.

tags: