Misterbianco, è corsa a quattro Di Guardo vuole quinto mandato

Versione stampabileVersione stampabile

Elezioni Comunali 2017 - MisterbiancoGli equilibri in uno dei Comuni più "caldi" al voto.
MISTERBIANCO - Si prospetta accesa e dai toni non certo gentili il rush finale della campagna elettorale misterbianchese. A meno di un mese dalle elezioni amministrative, si fanno sempre più netti gli schieramenti, quattro, che si sfideranno per la guida del popoloso comune etneo. Insieme a Paternò, infatti, Misterbianco è uno delle più grandi realtà chiamate a scegliere la nuova amministrazione.

Nuova si fa per dire. Tra i candidati sindaco c'è infatti anche Nino Di Guardo, pluri primo cittadino in passato e che oggi vorrebbe conquistare un nuovo mandato, il quinto. Un nome “civico” che è riuscito - non senza difficoltà e dietro front dell'ultimo minuto - a concentrare attorno a sé non solo il Partito democratico - che in altri Comune, vedi Paternò, corre invece diviso - ma anche gli altri movimenti di centrosinistra, come Sicilia Futura, lista che fa riferimento al deputato regionale Nicola D'Agostino e all'amministratore delegato di Fontanarossa, Nico Torrisi, e che candida l'attuale vice presidente del Consiglio e segretario provinciale del partito, Matteo Marchese, a sostegno di Di Guardo. Nonostante le polemiche del passato. Nove le liste che lo sostengono ma, a quanto pare, il 74enne primo cittadino uscente godrebbe della benedizione anche di Raffaele Lombardo.

Queste le liste a sostegno di Nino Di Guardo. ‘Movimento volontari per Misterbianco’, ‘Misterbianco 2.0’, ‘Lavoro, cultura, solidarietà’, ‘Misterbianco Civica, idee per cambiare’, ‘Sì’, ‘Pdr Sicilia Futura’, ‘Unione civica per Misterbianco’, ‘Misterbianco rinasce con te’ e ‘Ama Misterbianco’.

A correre per la poltrona di primo cittadino c’è poi Marco Corsaro, altro candidato civico, fondatore del movimento Guardiamo Avanti, ed ex vicesindaco della giunta, poi dimessosi dalla carica in aperta polemica con il sindaco. Corsaro, classe 1984, sembra rappresentare la vera spina nel fianco del sindaco uscente. L’ex vicesindaco è sostenuto da sei liste e può contare sul supporto trasversale dei “big” della politica, da quello dell’assessore regionale al Turismo, Anthony Barbagallo, a quello degli uomini del Nuovo centrodestra fino al gruppo politico che fa riferimento al consigliere comunale di Catania, Manlio Messina, esponente di Fratelli d'Italia. Queste le liste a sostegno di Corsaro. ‘La voce di Misterbianco’, ‘Bene Comune’, ‘Misterbianco del domani’, ‘Guardiamo avanti’, ‘Noi per Misterbianco’, ‘Liberi e forte’ e ‘Alternativa popolare’.

La terza candidata è la professoressa Maria Antonia Buzzanca, consigliera comunale di opposizione. La Buzzanca è sostenuta da Forza Italia e può contare sull’appoggio di 5 liste civiche. A chiudere il cerchio, il candidato pentastellato. La Buzzanca è sostenuta da ‘Forza Italia-Berlusconi, Progetto Misterbianco’, ‘Orgoglio Siciliano’ e ‘Buzzanca Sindaco Misterbianco’.

A correre a sindaco di Misterbianco per il Movimento 5 Stelle è il 29enne Giuseppe Di Stefano, informatico.

Melania Tanteri
catania.livesicilia.it
17/05/2017

tags: