L'intervento del consigliere Paolo Orlando

Versione stampabileVersione stampabile

Paolo OrlandoCari lettori, chi vi parla è il consigliere comunale di Misterbianco, Paolo Orlando, chiamato in causa.

Ad essere sincero, non avrei voluto rispondere a delle provocazioni gratuite e personali che, da quando ricopro il ruolo di consigliere comunale, mi vengono mosse, credo però sia giunto il momento di dire come stanno le cose nella loro interezza, difatti, in riferimento alla questione dell'ultima fornitura di abbigliamento da lavoro agli impianti sportivi, fatta dalla mia azienda, è saltata agli occhi di qualcuno "sempre gli stessi", peccato che siano sfuggite loro quelle precedenti, fatte alla vecchia amministrazione Caruso....cosa vorrà dire? Sono favorito da tutti o semplicemente faccio questo lavoro? Non aggiungo altro in merito.

Parliamo,invece, del tema più scottante, quello dei rimborsi alle aziende, vorrei chiarire questo aspetto una volta per tutte, cominciando con il far notare che si tratta di una legge che permette alle aziende di farsi rimborsare le ore di assenza di propri dipendenti che, come nel mio caso, rivestono cariche istituzionali, al fine di non arrecare grossi danni alle suindicate aziende.

Ed è proprio su questo punto che voglio soltanto chiarire a quanti ne dubitassero, che se non ci fosse stata questa legge, per l'impegno e la voglia di fare che mi contraddistinguono nel ruolo di Consigliere e presidente della V commissione Bilancio, non mi sarei potuto permettere di svolgere il ruolo che ricopro così come faccio ed aggiungo, infine, che i rimborsi chiesti dall'azienda in cui lavoro, vanno a recuperare solo parte di quello che perde, dalle mie assenze.

Infine sappiate che comprendo quanti hanno e continuano a dubitare della mia buona fede, visto l'accanimento mediatico verso di me, ma sappiate che "io" mi impegno ogni giorno con tutte le mie forze per migliorare la vita sociale ed imprenditoriale nel nostro territorio, territorio in cui sono cresciuto, in cui vivo, in cui lavoro. Un caro abbraccio.

Paolo Orlando

tags: 

Commenti

Caro Paolo Orlando non me ne

Caro Paolo Orlando non me ne volere male,anche se ciascuno di noi è libero di esprimere qualsiasi pensierioe rilasciare qualsiasi articolo su questo sito, non riesco a comprendere il significato di questo tuo intervento. Ricordati che nessuno è indispensabile, tutti sono utili.

Come asserisci, noi cittadini dobbiamo essere grati a questa legge che ti permette di portare avanti questo tuo impegno politico.Perchè solo tu Presidente della V Commissione Bilancio,e Consigliere Comunale sei in grado di svolgere dignitosamente e con impegno questo tuo mandato. Vuoi farintendere che la tua presenza, nonchè l'impegno che tu dedichi quotidianamente per questo settoreèindispensabile, che nessun altro cittadinopotrebbe fare altrettanto, e quindiil rimborso che l'amministrazione Comunale deve costantemente fronteggiareè ampiamente giustificato.

Io, e ritengo anche tutti i cittadini di Misterbianco si auspicano in futuro la presenza in Consiglio di soggetti che non gravano in questo senso sulle casse Comunali, sarebbe una buona soluzione per aggirare questa legge e risolvere questo gravoso sperpero di denaro pubblico. Basterebbe fare più informazione in sede di propaganda elettorale in vista delle prossime elezioni.

Per quanto concerne la fornitura di abbigliamento da lavoro agli impianti sportivi, eviterei di puntualizzare fatti e vicende delle passate amministrazioni, ciascuno è responsabile delle proprie azioni,nessuno ha voglia di provocare o muovere accuse nei tuoi riguadi. Si vuole solo fare chiarezza e trasparenzamettendo a conoscenza i lettori di queso sito e tutti i cittadini di fatti e vicende tutt'ora sconosciute.

Pasqualino Longo

Replica al Consigliere

Replica al Consigliere imprenditore - lavoratore dipendente, Orlando.

Prima di replicare al Consigliere imprenditore-lavoratore dipendente Orlando, dobbiamo dare atto al sito Misterbianco.com, che precisa, repetita iuvant, di non essere una testata giornalistica, vorremmo esistessero, nel variegato mondo dell'informazione, altri siti di libero pensiero che non si lasciano intimidire dallo sgherro aduso a blandire il (pre)potente di turno. Grazie, Misterbianco.com, a nome dell'informazione libera.

Consegnato questo riconoscimento, di primo acchito dobbiamo correggere il Consigliere imprenditore-lavoratore dipendente Orlando, che ai lettori si scrive non si parla. Non pensavamo di aver mosso "provocazioni gratuite e personali " al Consigliere eccetera, denunciando le sesquipedali conflittualità proprie del ruolo.

Ma il consigliere Orlando ci è o ci fa? Forse che col Sindaco Caruso era in palese conflitto per le forniture, non essendo, allora, amministratore dello stesso Comune?

Riguardo i rimborsi come concilia le assenze dalla ditta della mamma, di cui risulta dipendente, dalla sua azienda di cui risulta titolare? Sul punto avremmo una perplessità: la carica istituzionale, ricoperta in seno all'azienda della mamma, scommetteremmo essere successiva al voto dei 176 elettori del popolo sovrano, che lo hanno seduto sullo scranno Comunale. Per giunta ci ricorda che è anche presidente della commissione bilancio, francamente imperioso, ci torna alla mente, il ritornello di Dalla che cantava, " ma l'America è lontana", no assolutamente no, per il Consigliere imprenditore-lavoratore dipendente Orlando, l'America l'ha trovata a due passi da casa quale membro del Consiglio comunale di Misterbianco.

Ignazio De Luca

caro Paolo Orlando

caro Paolo Orlando

Ti ringrazio per tutto ciò che fai per la comunità misterbianchese, ma ti sarei grato se il rimborso, che la ditta, "guarda caso di tua madre", riscuote, per il tempo che tu passi a lavorare al comune per noi cittadini, la DEVOLVESSE in beneficenza alle associazioni umanitarie che sono nel territorio e che sono tante e alle quali io mi onoro di fare parte.

Ti informo che i volontari, pur dedicando molto del loro tempo, non percepiscono NESSUNA diaria ma, il sentirsi utili alla nostra comunità ci ripaga di tutto, anche del tempo che togliamo alle nostre aziende.

Non ti devo dire altro ti ho detto TUTTO

Carmelo Capizzi

Consigliere Orlando:  come

Consigliere Orlando: come può notare, dalle osservazioni scaturite dal suo intervento, si evince discordanza di idee sulle sue argomentazioni circa il suo ruolo e ha fatto bene chi gli ha ricordato che tutti siamo utili ma nessuno è indispensabile. Avrebbe fatto bene a non tirare fuori questo argomento spinoso più volte affrontato su questo sito e non rivolto solo alla sua persona ma a molti " lavoratori ....osservatori delle tegole". Spero tanto che almeno qualche volta lei possa " scrivere " al microfono fra i suoi colleghi per dire cose utili al il Paese.

Enzo Messina

Pagine