Intervento del sindaco Di Guardo sulla discarica in seguito alla pubblicazione della sentenza del CGA

Versione stampabileVersione stampabile

Nino Di Guardo - MisterbiancoIeri è stata pubblicata la sentenza del CGA che annulla, per difetto di motivazione, il decreto regionale con cui era stato negato il rinnovo dell'autorizzazione della discarica Valanghe d'Inverno, scaduta nel 2014.

E' una sentenza inaccettabile che mi lascia sgomento e che desta apprensione e preoccupazione nella mia comunità. Tuttavia, è bene chiarire che dalla sentenza non scaturisce alcuna autorizzazione per cui la discarica rimane illegittima.

Ora tutto torna alla Regione e in quella sede si dovrà valutare se esistono i presupposti per il rilascio dell'autorizzazione.

E' chiaro che non si potrà ignorare che il sito presso cui è ubicata la discarica Valanghe d'Inverno non rispetta la distanza minima di 3 Km dai centri abitati, come previsto dall'art. 17 della Legge regionale n.9/2010. E, allo stesso modo, non si potrà ignorare che la vecchia autorizzazione del 2009 era pesantemente inficiata da innumerevoli illegittimità fra cui la mancanza di una Valutazione di Impatto Ambientale e il rilascio dell'AIA basato su falsi presupposti, come emerso chiaramente dagli esiti della Commissione di indagine nominata dall’ex assessore regionale Nicolò Marino.

Come sempre, noi vigileremo, insieme ai Comitati No Discarica, perché venga rispettato il diritto dei cittadini a vivere in un ambiente sano.

La lotta per la chiusura della discarica è la battaglia della vita che condurremo fino in fondo.

Nino Di Guardo
Sindaco di Misterbianco

tags: