Inaugurata la piazza intitolata al prof. Pietro Barcellona

Versione stampabileVersione stampabile

Comune di MisterbiancoCOMUNICATO STAMPA del 29 marzo 2014
E’ stata la moglie Maria Pia a scoprire la nuova toponomastica che intitola al marito Pietro Barcellona la piazza sorta alla confluenza delle vie Garibaldi e F.lli Cairoli.

Prima dell’inaugurazione ufficiale la figura del prof. Barcellona è stata ricordata, nella sala del teatro comunale alla presenza di amici, allievi e parenti dagli on. Luigi Boggio e Giuseppe Berretta, presente anche l’on. Giovanni Burtone e dal prof. Giuseppe Mineo.

Aneddoti, storie di vita vissuta, riflessioni ed il travaglio della sua conversione religiosa sono stati raccontati nei tre interventi che hanno seguito l’apertura dei lavori da parte del sindaco Nino Di Guardo che ha dato lettura della determina sindacale e delle motivazioni che hanno spinto l’amministrazione comunale a dedicare al prof. Pietro Barcellona, giurista, filosofo, deputato ed opinionista del nostro giornale, scomparso lo scorso settembre, l’intitolazione di una piazza.

La piazzetta recentemente acquisita dal Comune è stata attrezzata con sedili, verde ed un orologio pubblico è stata abbellita da un murales che farà da sfondo alla piazza realizzato dall’artista Annachiara Di Pietro.
Il prof. Barcellona è stato docente di diritto privato e di filosofia del diritto presso la facoltà di giurisprudenza dell'Università di Catania ed è scomparso all’età di 77 anni lo scorso settembre.

Laureatosi in Giurisprudenza nel 1959, nel 1963 consegue la libera docenza in Diritto Civile ed insegna a Messina. Dal 1976 al 1979 è componente laico del Consiglio Superiore della Magistratura. Nel 1979 è stato eletto deputato nelle file del Partito Comunista Italiano ed è stato membro della commissione Giustizia della Camera fino al 1983. Docente emerito di filosofia del diritto all'università di Catania è stato autore di ben 94 pubblicazioni ed una delle sue più grandi passioni è stata senza ombra di dubbio la pittura iniziando a dipingere all'età di 20 anni. Oggi due sue opere si trovano in esposizione permanente al Museo dei castelli romani.
Sulla targa della toponomastica è stato scritto: “Largo Pietro Barcellona – 1936/2013 – Giurista e filosofo”

Ufficio stampa
Carmelo Santonocito

tags: