Giornata della Memoria: ricordo di quattro Misterbianchesi

Versione stampabileVersione stampabile

Giornata della Memoria - MisterbiancoScrivo questo post per dare un contributo alla Giornata della Memoria che si celebra il 27 di gennaio. Il 25 gennaio sul portale de “I Siciliani giovani” compare un articolo di Domenico Stimolo in cui si parla degli 855 siciliani, di cui 143 della provincia di Catania, che non tornarono più dai campi di sterminio nazisti.

Vi si dice che: “Erano militari dell’esercito italiano che dopo l’armistizio dell’8 settembre del 1943, non volendo piegarsi alla violenza dei nazifascisti che avevano scatenato la distruttiva guerra mondiale, parteciparono alla Resistenza, per la Lotta di Liberazione. Dei catanesi, circa settanta morirono nelle camere a gas, gli altri, fucilati, di stenti e di fame”. Vengono, quindi, elencati i nomi dei 143 catanesi.

Spinto dalla curiosità sono andato a leggerli e con una certa sorpresa vi ho trovato i nomi di quattro misterbianchesi, di due dei quali si conoscono data e luogo della morte mentre degli altri due solo la data di nascita; i nomi sono: Campo Agatino, Misterbianco 01.05.1921- Markisch (Natzweiler) 14.09.1944 Caruso Angelo, Misterbianco 18/03/1913 – Papa Santo, Misterbianco 17.04.1921 – Mauthausen 04.06.1945 Scuderi Gaetano, Misterbianco 21/05/1922 – Perché con sorpresa? Perché devo confessare che di questi concittadini e soprattutto della loro tragica fine, io non avevo mai sentito parlare.

Si sapeva di qualcuno che, dopo l’otto settembre, aveva scelto la lotta partigiana per non parlare del sacrificio di Orazio Costorella e della vicenda che, solo dopo qualche decina di anni, ha portato al conferimento della medaglia d’oro al valor civile. Mi piacerebbe sapere quanti, a Misterbianco ( esclusi, ovviamente, i parenti), erano o sono a conoscenza della sorte toccata a quei quattro giovani e mi chiedo se non sarebbe il caso di dare loro visibilità. Ringrazio Misterbianco.com per l’ospitalità.

Natale Scuderi

tags: 

Commenti

Non conoscevo di questi

Non conoscevo di questi quattro Misterbianchesi anche se non sono gli unici Misterbianchesi internati nei campi di concentramento. Ogni anno in Prefettura si svolge una cerimonia di consegna della medaglia d'onore per questi italiani internati o deceduti nei campi. Lo scorso anno è stato insignito Sebastiano Mancuso e qualche anno prima il sig. Cannata, che già era deceduto. Ho provato a controllare se i loro nomi risultano nell'elenco degli insigniti degli ultimi anni, ma non ho trovato traccia. Proverò a controllare nei registri del comune se esistono ancora parenti a Misterbianco ed eventualmente avvisarli della opportunità di potere richiedere il riconoscimento dell'onoreficienza allo Stato. Comunque grazie a Natale Scuderi che ha divulgato la notizia e che permette di perpetrare la memoria.

Carmelo Santonocito

Per la verità mi ha già

Per la verità mi ha già contattato un nipote di Agatino Campo, parlandomi della versione che in casa sua si raccontava relativamente alla scomparsa dello zio (presumo fosse tale). Devo dire che temendo ragioni di spazio non sono stato esauriente rispetto all'informazione sulle fonti su cui si basava l'articolo de" I Siciliani giovani". Rimedio subito citando subito Le Associazioni della Memoria, in particolare l'ANED e il libro di Giovanna D'Amico " I Siciliani deportati nei campi di concentramento e di sterminio nazisti". Del conferimento delle onorificenze ai sig.ri Cannata e Mancuso l'ho appreso da Misterbianco.com, la differenza con i quattro citati nell'articolo è che loro non sono più tornati e del loro sacrificio è rimasta traccia solo nel ricordo dei parenti. Del resto Carmelo mi conferma che la sorpresa che mi ha spinto a postare il mio articolo non era solo mia.....

Natale Scuderi

Pagine