Discarica di Tiritì si aspetta responso

Versione stampabileVersione stampabile

Sit in comitato No DiscaricaLa domanda da qualche giorno imperversa in piazza Umberto I, luogo di ritrovo per eccellenza dei mottesi e s'è possibile, ancor di più, nell'agorà virtuale, quella dei blog e dei social network. Che fine ha fatto il ricorso del Comune volto a impugnare il Piano regionale dei rifiuti, impedendo l'ampliamento della discarica di contrada Tiritì?

Un'impugnazione richiesta con forza dal "Comitato contro la discarica" di Motta, annunciata dal primo cittadino Angelo Giuffrida e ratificata, con il voto unanime dei presenti, dal Consiglio. Ricorso al Tar che - così era stato detto - si sarebbe dovuto presentare entro fine ottobre, pena la decorrenza dei termini.

E adesso, che a fine ottobre siamo giunti quali sono gli sviluppi? Abbiamo interpellato il sindaco della cittadina etnea. «In giro -afferma Giuffrida- sento dire tante cose, alcune delle quali veramente discutibili: voglio fare chiarezza sulla questione. Il Consiglio comunale ha dato mandato al sindaco di impugnare il Piano dei rifiuti, ma io già questa volontà l'avevo manifestata ben prima. Prima ancora della raccolta di firme da parte dei cittadini e del comitato civico. La mia volontà era manifesta e, in tal senso, confermo di aver scritto una lettera al mio consulente legale chiedendogli di verificare la documentazione per dare corso all'impugnazione del Piano regionale. Con l'avvocato mi vedrò a inizio settimana e discuteremo dell'argomento».

A rendere incerto il definitivo avvio dell'iter - secondo il sindaco - la mancata pubblicazione del nuovo Piano sulla Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana. Tesi contestata, con una nota, dai consiglieri comunali Danilo Festa, Puccio Bruno e Maria S. Schillaci, secondo i quali - ai sensi di un articolo del Testo Unico Ambientale - è possibile l'impugnazione di provvedimenti pubblicati sui siti web. Cosa avvenuta per il Piano regionale rifiuti.

«Ci siamo informati - prosegue Giuffrida - e rispetto alla pubblicazione sul sito web della Regione è possibile fare solo osservazioni. L'avvocato ci dirà cosa ne pensa e se sia possibile presentare, oltre alle osservazioni, pure l'impugnazione. A noi, comunque, non risulta vi sia una scadenza di termini, in considerazione del fatto che, ripeto, il provvedimento regionale sui rifiuti non è stato ancora pubblicato sulla Gurs».

Giorgio Cicciarella
La Sicilia
30/10/2012

tags: