Convegno sul patrimonio custodito nelle chiese

Versione stampabileVersione stampabile

convegno«La dimensione del sacro» è stato il tema di un convegno organizzato dalla locale Pro loco con il patrocinio dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti della provincia di Catania, del Comune di Misterbianco e della delegazione per la Sicilia dell'Associazione disegno industriale.



Oggetto dell'incontro l'immenso patrimonio culturale presente nelle chiese che raccontano la storia dell'uomo attraverso i secoli e la fede. Relatori padre Miguel Cavallé Puig, il sac. prof. Giuseppe Bellia e la docente di composizione architettonica della facoltà di Architettura dell'Università di Catania, Zaira Dato. Molti gli interventi e i commenti positivi, tra i quali quelli appassionati del presidente della fondazione architetti, Carlotta Reitano, e del presidente dell'Ordine, Luigi Longhitano: «Le chiese sono sempre state un riferimento importante per le comunità, luogo di aggregazione, riferimento urbano della socialità - hanno detto i due tecnici - da diversi anni l'ordine promuove l'iniziativa "Adotta una chiesa", con l'auspicio che ciascun architetto possa prendersi cura di una chiesa, considerandolo un patrimonio da salvaguardare, recuperare, ristrutturare, laddove necessario». L'iniziativa ha dato il via ad una mostra «Le fabbriche del divino» nella Galleria d'arte civica di piazza Mazzini, con una ricca collezione di ricerche, progetti e opere, dai primi del '900 a oggi, riguardanti chiese, conventi, arredi, mausolei, altari e monumenti che rientrano nell'ambito del divino. L'evento, curato dal laboratorio di ricerca e osservatorio sul paesaggio urbano e sulla contemporaneità, «Officina 21», rappresentato da Stefania Marletta e Francesco Finocchiaro. «Questa iniziativa - ha detto la presidente della Pro loco, Rosalba Mollica - rappresenta certamente un punto di partenza anche nella valorizzazione dei giovani emergenti che si impegnano nel lavoro».

La Sicilia
27/04/2012

tags: