Ciò che conta è il risultato

Versione stampabileVersione stampabile

ASD Citta' di MisterbiancoSeconda vittoria di fila per i ragazzi del Città di Misterbianco che sono riusciti a dimenticare bene la sconfitta di Palagonia e rialzarsi senza tante difficoltà, rimettendosi così in corsa e riagganciando il treno di testa che inizia a distanziarsi. Una partita iniziata non proprio col piede giusto, che ha visto soffrire in diverse occasioni i padroni di casa che pur andando sempre in vantaggio non riuscivano mai a trovare lo spunto per chiudere il match e ogni volta venivano riacciuffati da un frizzante Caltagirone molto aiutato dagli svarioni dei ragazzi di mister Marchese. A sbloccare la partita ci pensa a 5 minuti dall'inizio dell'incontro Torrisi con un diagonale potentissimo che si incastra nella parte interna dell'incrocio dei pali lasciando impietrito il portiere avversario.

Emanuele Vella

Passano pochi minuti ed arriva il pareggio degli ospiti a causa di un errore difensivo che li permette di segnare a tu per tu con il portiere. Questo colpo è arrivato un pò a sorpresa e l'intero ambiente ne subisce il ritorno. I ragazzi ci mettono un pò a ri-carburare e trovare spunti che non arrivano così facilmente. Poi l'illuminazione, un goal da manuale con 3 passaggi a triangolare e tagliare il campo con il capitano De Luca che mette Contarini solo davanti la porta per insaccare. E' di nuovo vantaggio. Ma ancora una volta gli avversari non demordono e si ributtano nella mischia trovando stavolta un rigore concesso dall'arbitro per un'uscita rovinosa di Motta sul pivot avversario. Dal dischetto i ragazzi di Caltagirone ritrovano il secondo pareggio. Tutto da rifare! Passano i minuti, si avvicina la fine della prima frazione di gara ed il nervosismo sale in cattedra perchè non si riesce a costruire nulla di concreto. Poi l'ennesima azione corale di ripartenza, identica alla prima sta volta è sempre De Luca l'assist-man ma per i piedi di Torrisi che così segna la sua doppietta personale. Ma il grido di gioia resta strozzato in gola perchè neanche un minuto dopo sempre Torrisi commette il sesto fallo (forse un pò ingenuamente) e porta gli avversari al tiro libero che viene trasformato e così la prima frazione si chiude col risultato di 3 - 3.

Al rientro dagli spogliatoi crediamo che le parole dei mister siano servite a qualcosa, o quanto meno abbiano acceso un meccanismo nelle teste ma soprattutto nei cuori dei nostri ragazzi. Questi 3 punti erano troppo importanti ma non solo, il pubblico, i nostri supporter chiedevano la vittoria: come deluderli?! Era importante sin da subito dare una svolta alla partita per mettere in cassaforte il risultato. Ed infatti è stato così, accaduto tutto in 7 minuti: entra in campo Di Prima per uno stanco De Luca che comunque ha dato il massimo quando chiamato in causa. Iniziano le verticalizzazioni e dai piedi di Di Prima partono 3 assist al bacio che Contarini (due volte) e Di Stefano (una volta) trasformano in goal e portando così in pochi minuti il risultato sul 6 a 3 che poi si rivelerà il risultato finale. Si perchè nell'ultimo spezzone di gara poco è successo, pochi sussulti degni di nota.

Non eccellente la prestazione dei ragazzi, partita non esattamente all'altezza, però alla fin dei conti ciò che importa sono i punti ottenuti. Se pensiamo a qualche anno fa questa partita non l'avremmo vinta. Quindi ci portiamo a casa una maturità in termine di carattere che ci ha permesso di spingere quando era il momento per sganciare gli avversari e tenersi caro il risultato. Bisogna però continuare a lavorare per migliorarsi e oliare bene questi meccanismi.

tags: