Comune

LA TIA PER I COMMERCIANTI: DIBATTITO A CONFCOMMERCIO

da sinistra: Serafino Caruso e Francesco Fazio (Confcommercio), Franco Galasso (assessore all’Ecologia), Ninella Caruso (sindaco di Misterbianco), Ottavio Ecora e Carmelo Caruso (Ato3)Continua il confronto sul tema della Tia, la tariffa di igiene ambientale destinata ai commercianti che differenziano tra l’amministrazione comunale di Misterbianco, la sezione di Confcommercio e la società d’ambito “Simeto Ambiente” che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti nei 18 comuni dell’Ato Catania3.

«Per scongiurare un’emergenza rifiuti come quella di Napoli – ha ribadito il sindaco di Misterbianco Ninella Caruso – è necessario che i cittadini paghino le bollette. La legge parla chiaro e con il passaggio delle competenze all’Ato la tassa è interamente a carico dei contribuenti. E’ impensabile che siano le amministrazioni, che non hanno somme a disposizione, ad anticipare i soldi alla società d’ambito che gestisce il servizio di raccolta».

Precisazione sequestro discoteca Dome

In riferimento
all’articolo dal titolo “Abusi edilizi in discoteca sigilli al Dome”,
pubblicato a pagina 33 del quotidiano “La Sicilia” sabato 31 maggio
2008 e in merito alla notizia divulgata da diverse televisioni locali
il 30 maggio 2008, il sindaco di Misterbianco Ninella Caruso e il
comandante dei Vigili urbani, Antonino Di Stefano precisa quanto
segue:  nell’articolo si legge che «nell’ambito di queste
indagini sono state indagate due persone […] e un agente della polizia
municipale di Misterbianco per avere omesso di denunciare i gestori
della discoteca».

LUCA E LUCISANO LASCIANO I MOVIMENTI E DIVENTANO INDIPENDENTI

I consiglieri comunali
di Misterbianco Marco Luca, eletto nella lista civica "Movimento
volontari per Misterbianco" e Giuseppe Lucisano, eletto nella lista "Autonomisti"
si sono dichiarati indipendenti. La comunicazione con una nota
indirizzata al sindaco, al presidente del consiglio comunale e ai capi
gruppo consiliari. Tutti e due hanno costituito il gruppo misto
indipendenti e Luca sarà il capogruppo.

PRG: DOMANI UN INCONTRO PER FAR CONOSCERE LE NUOVE DIRETTIVE

Ancora un incontro per
far conoscere ai cittadini le nuove direttive del piano regolatore
generale. L'amministrazione comunale di Misterbianco presenterà domani
giovedì 29 maggio, alle 18, al teatro comunale di via Giordano Bruno,
l'opuscolo che contiene le proposte per la revisione e la
rielaborazione del Piano Regolatore Generale. All'incontro
parteciperanno il responsabile dell'ufficio tecnico ingegnere Vincenzo
Orlando, il geometra dell'ufficio tecnico comunale Sebastiano
Saglimbene e il consulente esterno ingegnere Maurizio Erbicella.

NUOVA STRADA A BELSITO: LUNEDI' INIZIANO I LAVORI

style="border: 1px solid ; width: 100px; height: 75px; float: left;"
alt="il sindaco Ninella Caruso, l'assessore ai Lavori pubblici Rosario Patanè, il dirigente dell'ufficio tecnico Vincenzo Orlando nel cantiere di via della Zagara"
title="il sindaco Ninella Caruso, l'assessore ai Lavori pubblici Rosario Patanè, il dirigente dell'ufficio tecnico Vincenzo Orlando nel cantiere di via della Zagara"
src="/sites/default/files/img/lavori_via_della_Zagaram.jpg" hspace="2" />Inizieranno
lunedì i lavori per la realizzazione della strada di collegamento tra
via della Zagara e via dei Giacinti, a Belsito, uno dei quartieri
periferici di Misterbianco. La nuova strada sboccherà a largo Europa e
permetterà una migliore viabilità attraverso il collegamento interno
delle strade di Belsito.

SINDACI ATO 3 CHIEDONO AL PREFETTO DI PRECETTARE NETTURBINI

Sono decisi i sindaci
serviti dall'Ato Ambiente. Chiedono che il Prefetto precetti i
lavoratori del consorzio Simco visto che nelle strade dei comuni, in
seguito allo sciopero degli operatori ecologici, è grave la situazione
igienica e si rischiano turbamenti dell'ordine pubblico. Suggeriscono
che si costituisca un tavolo permanente per monitorare la situazione,
al quale vengano invitati la Regione Siciliana, l'Agenzia regionale dei
rifiuti, i sindaci, l'Ato 3, il consorzio Simco e i sindacati dei
lavoratori. E poi che al più presto si attivi la deputazione regionale
perché l'assemblea regionale siciliana vari immediatamente un
provvedimento ponte che faccia transitare gli attuali Ato verso una
nuova configurazione normativa nella quale i comuni abbiano un ruolo
più incisivo sia sotto il profilo impositivo che della riscossone.

Pagine

Abbonamento a Comune