SABATO SI RICORDA LA DISTRUZIONE DELL'ANTICA MISTERBIANCO

Versione stampabileVersione stampabile

COMUNICATO STAMPA del 26 marzo 2009

Un libro di storia e un annullo filatelico. Sono le iniziative che si terranno dopodomani, sabato 28 marzo, per celebrare il 340esimo anniversario dell’eruzione dell’Etna in cui, nel 1669, fu distrutta l’antica Misterbianco.

Alle 19, in chiesa Madre, sarà presentato il libro “Storia, devozione e arte nella chiesa Madre di Misterbianco” scritto dagli storici Santina Scuderi e Mimmo Murabito e finanziato dalla Regione siciliana. Il volume racconta e rappresenta la storia della chiesa Madre, l’antica e l’attuale, con illustrazioni e itinerari storici. Uno speciale annullo filatelico ricorderà l’evento.

«Quello di sabato – ha detto il sindaco Ninella Caruso - è un momento importante per la memoria storica della comunità misterbianchese. È grazie alla caparbietà dei nostri antenati che si è mantenuto ancora vivo il legame tra il vecchio e il nuovo ed è tangibile la continuità tra la vecchia Misterbianco e quella ricostruita dopo l’eruzione. L’incontro di dopodomani è la prima di tante iniziative per ricordare il 340esimo anniversario della distruzione del paese e speriamo di potere condividere con le istituzioni provinciali e con i comuni che hanno avuto un simile destino, una programmazione articolata per ricordare la memoria storica delle nostre città».

fonte: ufficio stampa

ufficio.stampa@comunedimisterbianco.it

info: natale bruno 348.3232258 - 095.7556207

tags: