Uno ''sportello'' per non udenti

Versione stampabileVersione stampabile

L'assessorato ai Servizi sociali del comune etneo ha attivato il servizio di «Segretariato
sociale» previsto dalla legislazione regionale vigente e finalizzato a fornire
informazioni ed assistenza ai cittadini residenti. Rivolgendosi ad un apposito sportello già in funzione gli utenti eviteranno di
peregrinare negli uffici pubblici per conoscere i vari servizi, le procedure
burocratiche ...

MISTERBIANCO
- I cittadini appartenenti alle fasce più deboli potranno contare con l'inizio
dell'autunno su un ulteriore servizio pubblico.
L'assessorato ai Servizi sociali del comune etneo ha attivato il servizio di «Segretariato
sociale» previsto dalla legislazione regionale vigente e finalizzato a fornire
informazioni ed assistenza ai cittadini residenti.
Rivolgendosi ad un apposito sportello già in funzione gli utenti eviteranno di
peregrinare negli uffici pubblici per conoscere i vari servizi, le procedure
burocratiche per accedervi ed essere seguiti da personale qualificato,
appositamente istruito, per affrontare qualsiasi problema venga sottoposto.
Il servizio assume anche una specifica peculiarità perché per la prima volta
viene posta particolare attenzione ad una categoria di cittadini, i non udenti,
che a causa del loro particolare handicap e delle difficoltà di comunicazione
verbale, non hanno la possibilità di accesso diretto ai servizi comunali,
andando incontro a situazione di emarginazione che ostacolano la loro effettiva
integrazione nella società e nel territorio.
«Questo servizio - esordisce l'assessore Salvatore Battiati - è stato
fortemente voluto dall'amministrazione e si pone come obbiettivo il superamento
di tutte le barriere comprese quelle di comunicazione».
- Lo sportello avrà bisogno anche di personale atto a comunicare con i non
udenti?
«L'attuazione del servizio è stato affidato ad una cooperativa che all'interno
del proprio staff dispone di personale qualificato nella comunicazione con i non
udenti, avendo frequentato un apposito corso istituito dall'assessorato
regionale al Lavoro».
L'ufficio di segretariato sociale non disporrà solo di personale, ma anche di
una strumentazione tecnica, essendo stato dotato di un dispositivo telefonico
per sordi che consentirà ai cittadini interessati di potere comunicare con gli
operatori anche via cavo, attraverso un sistema di telescrivente.
Verranno così abbattute tutte le barriere, non solo quelle fisiche, per
permettere a tutti i residenti di potere fruire paritariamente di un servizio
pubblico.
Nel quadro degli interventi a favore dei disabili il Comune è stato inserito
tra i cinque comuni della provincia il cui progetto presentato è stato
dichiarato ammissibile al finanziamento di oltre trecentoquaranta milioni che
una volta erogati, andranno ad implementare i servizi erogati dall'ente pubblico
a favore dei disabili. Quest'ultimi dopo tanti anni di dimenticanze vengono
finalmente presi nella giusta considerazioni con questi progetti innovativi.

Carmelo Santonocito
La Sicilia domenica 16/09/2001

tags: