Si recupera la storica stele decapitata al Poggio Croce

Versione stampabileVersione stampabile

Poggio CroceUna buona novità in arrivo è costituita dal prossimo recupero della “storica” stele del Poggio Croce all’interno della villa comunale di Misterbianco. Tornato il Comune nella disponibilità dei pezzi traumaticamente distaccati, dopo un paradossale contenzioso giudiziario, sono stati appaltati i lavori per il ripristino della struttura sfregiata, tra i “simboli” amati della comunità, e il riposizionamento della croce in ferro battuto. La stessa impresa incaricata provvederà anche allo scerbamento dell’area sottostante della villa, adibita a sgambettamento dei cani.

Si recupera finalmente così uno dei luoghi più importanti e significativi della città, l’obelisco in pietra lavica deposto dall’Universitas (cioè la comunità locale) nel 1500 e “decapitato” da giovani in una notte di metà maggio 2018, con la croce e la sua base (una palla di pietra) finita a terra tra calcinacci, e l’intervento del 118 e dei Carabinieri. Fu una gran brutta sorpresa l’indomani per i cittadini misterbianchesi. Quella sommità del Poggio, a suo tempo franata, era stata risistemata a metà degli anni ’80 dall’amministrazione comunale, ma purtroppo è stata periodicamente soggetta a deturpazioni vandaliche. Ora in tempi brevi il piccolo monumento dovrebbe tornare a “dominare” dall’alto il vecchio cuore della città ed essere meta culturale e spirituale di tanti.

R.F.

tags: