Richieste e suggerimenti dei cittadini al sindaco

Versione stampabileVersione stampabile

giuramentoUn'assemblea pubblica per fare il bilancio dei primi sei mesi di amministrazione comunale. Così il sindaco di Msterbianco, Nino Di Guardo, ha voluto rivolgere gli auguri per il prossimo anno e fare il punto assieme ai suoi assessori, accogliendo anche i suggerimenti venuti dai cittadini ai quali è stata data la possibilità di interagire direttamente con i propri amministratori.

Di Guardo, tra le difficoltà di bilancio e la riorganizzazione degli uffici, ha evidenziato il perché di talune scelte in alcuni campi dell'azione amministrativa.

«Dobbiamo riconquistare la città - ha detto più volte il sindaco - per rappresentare una comunità viva che ha voglia di guardare avanti tra le molteplici difficoltà economiche che attanagliano le famiglie e i Comuni. Sono consapevole delle difficoltà, ma abbiamo assunto un impegno che desideriamo onorare risolvendo alcuni problemi, tra cui il traffico».

Di Guardo ha poi spiegato il motivo della dei paletti sui marciapiedi per evitare l'invasione delle auto o dei parcheggi gratuiti recentemente istituiti nelle piazze e delle strisce blu su alcune vie cittadine.

«Alcuni hanno l'abitudine di spostarsi con l'auto anche per il caffè - ha detto il sindaco - lasciando la macchina ovunque e non possiamo permettere che i pedoni debbano fare lo slalom tra le auto. Saremo decisi per dare ordine sulle strade e servizi ai commercianti».

Altro problema affrontato, con una stoccata sulla battaglia per la chiusura della discarica, è stato quello della raccolta differenziata e dei risparmi già conseguiti.
«Bisogna che ci abituiamo a differenziare i rifiuti come fanno da tempo al nord. I primi risultati sono positivi, ma intensificheremo la sorveglianza con l'installazione di telecamere per scoraggiare i cittadini riluttanti alle regole. E poi basta con le menzogne sul costo dei contenitori. Sono stati consegnati gratuitamente ai cittadini, nessun addebito sulla bolletta».

Non sono mancati i riferimenti all'aumento dell'Imu e alle iniziative per risparmiare, come quella di produrre 700 Kw di energia con i pannelli per far diminuire la spesa.
Numerosi gli interventi dei cittadini con domande e suggerimenti diretti in merito all'apertura dell'isola ecologica per l'intera giornata, in modo da dimezzare le lunghe file per il conferimento, a un senso unico di marcia nella zona Toscano e all'installazione di cestini per i rifiuti lungo le strade del centro urbano.

Carmelo Santonocito
La Sicilia
30/12/2012

Commenti

estendere l'apertura dell

estendere l'orario di apertura dell'isola ecologica potrebbe essere un errore. l'isola ecologica è aperta tutte le mattine (tranne domenica) e due pomeriggi la settimana: mercoledì e venerdì.

la soluzione per evitare il formarsi di file interminabili di automobili in attesa di scaricare i rifiuti differenziabili potrebbe essere l'installazione di una seconda bilancia, come è avvenuto nell'isola ecologica di Sant'Agata Li Battiati.

Pietro Santagati

Io darei battaglia anche agli

Io darei battaglia anche agli innumerevoli venditori ambulanti sparsi per le Frazioni di Lineri e Montepalma che si appropriano del suolo pubblico non permettendo alla gente di camminare sul marciapiede. Poi  alle tante auto abbandonate per mesi sulle strade e infine instituire delle forze di Polizia per il controllo del territorio nelle zone di Lineri e Montapalma, soprattutto per il controllo del traffico che si viene a creare durante l'ingresso e l'uscita dei bambini della scuola in via Lenin (Lineri) e in quella di Montepalma, per quei centauri e pirati della strada che passano a grandissima velocità incuranti dei pedoni e sempre senza casco. Perchè non si vede neanche un Vigile Urbano a Lineri, a Montepalma? Toc Toc....dove siete?

Giuffrida D.

Pagine