Premio Nazionale "Aquila d'Argento" (XXI Edizione - 2021)

Versione stampabileVersione stampabile

Premio Nazionale Aquila d’Argento 2021E’ diventato itinerante il Premio Nazionale “Aquila d’Argento” (XXI edizione – 2021). A ricevere il prestigioso riconoscimento, organizzato dall’Accademia d’Arte Etrusca, guidata dall’infaticabile artista Carmen Arena, sono stati due sacerdoti in occasione del loro 34° anniversario di ordinazione, don Giovanni Salvia e don Antonio De Maria.

Domenica 3 ottobre, nella chiesa Madre di Sant’Alfio, il riconoscimento è stato consegnato a don Giovanni Salvia, arciprete di Sant’Alfio e Puntalazzo, e per molti anni assistente spirituale del 41° Stormo Antisom di Sigonella, con estensione dell’incarico anche al 34° Gruppo Radar A. M. di Siracusa e al 115° deposito sussidiario A. M. di Vizzini. «Questo premio – ha dichiarato don Salvia – è un riconoscimento che rivolgo al Signore che mi ha dato questa vocazione, e anche per il servizio nelle forze armate». Domenica 10 ottobre l’Aquila d’Argento è stata consegnata a don Antonio De Maria, rettore delle chiese di San Gaetano alle Grotte e di San Nicolò, di Catania, che durante il lockdown si è distinto per la meritoria attività di solidarietà a sostegno di molte famiglie in difficoltà. «Ringrazio la presidente Arena – ha dichiarato don De Maria – per l’attenzione alla mia persona. Il premio più bello è la stima del popolo di Dio. Vedere crescere tante persone nella fede, nella conoscenza del Signore mi riempie di gioia».

Le cerimonie sono state presentate dalla prof.ssa Vera Pulvirenti, e nella serata del 10 ottobre, con la partecipazione del presidente del Consiglio Comunale di Catania, Giuseppe Castiglione, del prof. Michele Gulizia, cardiologo, del Colonnello Massimo Lucca, della dott.ssa Anastasia Di Stefano, della dott.ssa Sonia Distefano, giornalista, di Carmelo Barbagallo (Vigili del Fuoco), dell’avv. Antonino Amato (Ordine Costantiniano di San Giorgio), e con la partecipazione straordinaria di Angelo Battiato, poeta e scrittore, con la poesia “Beati”. «Essere premiati con l’Aquila d’Argento – ha dichiarato Carmen Arena, presidente dell’Accademia Etrusca e ideatrice del premio – vuol dire avere la capacità di volare alto, sopra le difficoltà, superando gli ostacoli e dimostrando il coraggio di essere liberi».

Angelo Battiato

tags: