Nuova sede della Confcommercio

Versione stampabileVersione stampabile

Confcommercio MisterbiancoUna nuova sede per la Confcommercio di Misterbianco. E' stata inaugurata in via Garibaldi 512, proprio nel centro storico, e ospiterà gli uffici dell'associazione dei commercianti offrendo una serie di servizi per gli associati, consulenza e percorsi formativi.

A tagliare il nastro, la presidente Giovanna Giuffrida, alla presenza del vicepresidente di Confcommercio nazionale, Pietro Agen, del presidente e il direttore generale di Confcommercio Catania, Riccardo Galimberti, e Antonio Strano, del sindaco Nino Di Guardo con l'assessore alla Cultura, Barbara Bruno, il comandante della Tenenza dei carabinieri, Giuseppe Fiore, e il responsabile della sede dell'associazione dei commercianti misterbianchesi, Francesco Fazio, oltre a numerosi imprenditori locali.

«Abbiamo scelto di comprare questa sede perché crediamo nel territorio - ha detto il presidente provinciale di Confcommercio, Galimberti - Misterbianco deve ritornare a essere un polo trainante per l'economia locale, con il suo centro storico e con la zona commerciale limitrofa, sulla quale in passato è stato investito tanto in termini economici e umani da chi, in tempi non sospetti, ci ha creduto veramente, ma grande attenzione deve essere rivolta anche alle periferie».

Seppur un periodo di crisi la vocazione commerciale del centro etneo non è mai stata messa in discussione e lo dimostrano le aperture negli ultimi cinque anni di 335 nuove imprese commerciali rispetto alle 243 cessate e all'incremento delle attività nei quartieri di periferia.

«Confcommercio nazionale - ha detto Agen - ha messo in atto un'inversione di tendenza e dalla protesta è passata alla proposta. Saremo vigili su ogni azione del governo e, oltre a mostrare il nostro disappunto, cercheremo di essere concreti offrendo suggerimenti e soluzioni dove possibile».

Infine, è stato lanciato un messaggio di collaborazione all'amministrazione comunale sui temi dello sviluppo al fine di migliorare i servizi.

R. P.
La Sicilia
2/11/2013

tags: