Misterbianco, ruba 200 kg di arance: arrestato

Versione stampabileVersione stampabile

arrestoUn uomo di 46 anni è stato arrestato dai carabinieri della tenenza di Misterbianco per aver rubato quasi duecento chilogrammi di arance da un fondo agricolo in contrada Bovara.

Il furto di agrumi, per lo più commesso da persone disperate che cercano di racimolare qualche euro senza correre gravi rischi e così sbarcare il lunario, è un fenomeno che negli ultimi anni si ripete con maggiore frequenza e colpisce soprattutto quegli fondi in cui gli agricoltori non sono riusciti a vendere la loro annuale produzione di arance.

Una pattuglia dei militari in servizio di perlustrazione del territorio aveva notato nei pressi dello stradale Sieli un’auto in sosta accanto alla recinzione di un agrumeto. Una sosta sospetta, dal momento che nessuno era nei pressi. Sono bastati pochi minuti e dalla rete bucata veniva fuori l’uomo che con se portava un sacco pieno di arance. I carabinieri hanno fermato l’uomo, un incensurato residente a Librino, per furto recuperando anche le arance già raccolte che l’uomo aveva sistemato in dei sacchi in attesa di poterli caricare in auto.

La refurtiva è stata riconsegnata al legittimo proprietario mentre l’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della locale tenenza dei carabinieri su disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

Carmelo Santonocito
La Sicilia
26/01/2013

tags: