Misterbianco, disabile portata in braccio al cimitero Sindaco: "Si specula su sciocchezze, solo un guasto"

Versione stampabileVersione stampabile

Cimitero MisterbiancoUna donna in sedia a rotelle trasportata sulle scale da tre uomini. La scena registrata. «Gli ascensori sono rotti da mesi», denunciano dall'opposizione. «Temo che si strumentalizzi la vicenda», risponde il primo cittadino Nino Di Guardo.

Una donna in sedia a rotelle con in mano un ombrello portata a braccio da tre uomini per una rampa di scale. È questa la scena ripresa da un video girato all'interno del cimitero comunale di Misterbianco, lo scorso giovedì 1 novembre. A renderlo pubblico sui social network è Marco Corsaro, consigliere comunale di opposizione e capogruppo di Guardiamo avanti. «Gli ascensori del cimitero sono guasti da mesi - denuncia - e le festività dei defunti stanno trascorrendo tra gravissimi disagi per anziani e disabili che si recano nella struttura per portare un fiore ai propri cari».

Il consigliere Corsaro, che ha annunciato un atto ispettivo e un'interpellanza urgente per individuare i colpevoli della vicenda, lamenta che «anziani e disabili vengano trattati come pacchi postali» arrivando a chiedere alla giunta di «prendere atto dell'incapacità di provvedere ai bisogni dei cittadini e rassegnare già oggi le dimissioni. Avremmo chiesto anche le dimissioni dell'assessore al Cimitero - prosegue - ma, stando agli atti sul sito del Comune, non sono riusciti nemmeno ad attribuire una delega ad hoc, nessun assessore la detiene».

«Ma è giusto signora, è giusto?», chiede l'autrice del video alla signora in carrozzina. «Ma quale giusto, è uno schifo», risponde la donna cui fanno eco anche gli uomini che la trasportano. «Sei mesi di segnalazioni - continua la signora dietro la telecamera - e se ne stanno fregando, non gli interessa». Le proteste sono rivolte all'amministrazione comunale e al sindaco Nino Di Guardo.

«Si è semplicemente bruciato il motore dell'ascensore - risponde a MeridioNews il primo cittadino - Abbiamo già provveduto a comprare il pezzo da sostituire e dovrebbero consegnarcelo tra domani e dopodomani. Mi dispiace per la situazione della signora ma - dice il sindaco guardando la protesta dal punto di vista politico - temo che la vicenda sia stata strumentalizzata da chi, quando è stato mio assessore e vicesindaco, non veniva mai e adesso, invece, pensa a fare le pulci e specula su sciocchezze che prescindono dalla volontà e dalla responsabilità dell'amministrazione». Prima di chiudere la telefonata il sindaco tiene a sottolineare che «siamo rispettosi dei diritti degli invadili tanto che proprio all'interno del cimitero abbiamo messo a disposizione una macchina elettrica comunale che, gratuitamente, accompagna all'interno del camposanto i visitatori che non riescono a camminare».

Marta Silvestre
catania.meridionews.it
4/11/2018

tags: