La richiesta di Attiva Misterbianco: anche Misterbianco aderisca alla rottamazione delle cartelle

Versione stampabileVersione stampabile

Attiva MisterbiancoE’ stato pubblicato ieri (GU Serie Generale n.33 del 9-2-2017) il DECRETO-LEGGE 9 febbraio 2017, n. 8 “Nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016 e del 2017” in cui all’articolo 11 comma 14 sono stati riaperti i termini per aderire alla possibilità prevista dalla legge di stabilità ( art. 6 ter della legge n. 225 del 01/12/2016) di “rottamare le cartelle esattoriali anche per i debiti verso gli enti locali” ( con uno sconto su interessi e sanzioni!) possibilità che si era incautamente esaurita lo scorso 01/02/2017 perché il Comune di Misterbianco non aveva presentato alcuna delibera al Consiglio comunale per l’approvazione del relativo regolamento che stabilisca nro delle rate, scadenze, e modalità di presentazione delle domande da parte del contribuente salvo il saldo del debito entro il 30/09/2018.

Il decreto terremotati prevede ora che entro la data di approvazione del bilancio preventivo degli enti locali il prossimo 31/03/2017, si possa nuovamente riacciuffare, in extremis, l’opportunità perduta di deliberare l’adesione alla rottamazione delle cartelle esattoriali, qualunque sia l’ente gestore della riscossione, che dalle nostre parti non è Equitalia.

Attiva Misterbianco aveva già proposto all’Amministrazione comunale una misura a favore dei contribuenti sin dal bilancio partecipativo del 10/09/2015 la sperimentazione del baratto amministrativo (ex ART. 24 L.164/2014) nel nostro territorio, si chiedeva allora l’abbattimento di un credito sulle tasse comunale in carico a concittadini che rientrassero nelle fasce disagiate previste, per esempio sotto la soglia degli 8500 isee, a fronte del recupero con prestazioni lavorative per servizi verso la comunità, e si allegava perfino una bozza di regolamento attuativo già sperimentato in altri comuni.

Quell’anno non potè attuarsi perché il regolamento avrebbe dovuto essere votato dal consiglio comunale prima dell’approvazione del bilancio … ed era troppo tardi, nel frattempo è passato 1 anno ed anche nel 2016 quello strumento, il baratto amministrativo, per inerzia, per inconcludenza, per disinteresse verso una misura che comunque potrebbe alleviare la condizione dei cittadini che volessero pagare tributi con il loro lavoro a servizio della comunità … continua a non essere stato approvato ( perché?).

Consideriamo grave che il baratto amministrativo non sia mai stato adottato, ma sarebbe ancora più grave che anche questa occasione fosse sprecata .

Non si perda altro tempo, Attiva Misterbianco incalzerà l’amministrazione comunale e l’opposizione ( dov’era?) affinchè prevalga il bene comune.

link Gazzetta

Attiva Misterbianco

tags: 

Commenti

Quanto scritto da Attiva

Quanto scritto da Attiva Misterbianco corrisponde al vero Il sottoscritto non comprende il motivo per cui l'amministrazione non abbia preparato un regolamento da far approvare al consiglio comunale, coì come previsto dalla legge. Ringrazio la dott.ssa Anna Bonforte per avermi fatto attenzionare l'importanza del decreto legge de quo. La possibilita' di poter far " rottamare le cartelle esattoriali " si trasforma in un risparmio enorme per i nostrii concittadini. La condotta omissiva da parte dell'amministrazione e dei suoi funzionari, mi porta a farmi pensare che non si aveva intenzione di permettere anche ai cittadini di misterbianco di poter usufruire di tale vantaggioso decreto, decreto approvato da ben 5.000 comuni. Sono certo che se si fosse trattato di un aumento delle tasse, il consiglio sarebbe stato gia' investito della sua funzione di deliberare. Voglio comunque rasserenare i cittadini, in quanto la commissione bilancio presieduta dalla Dott.ssa Mariantonia Buzzanca, e composta oltre dallo scrivente anche dal Vice presidente Parrinello Aldo, Santonocito Nunzio, Vittorio Gisella , Orlando Paolo, Serafino Caruso, ha gia' protocollato in data 10 Febbraio c.a la richiesta affinchè i funzionari e l'amministrazione ognuno per la propria competenza, redigano un regolamento da far approvare ai consiglieri comunali entro la data ultima del 31.03.2017, prevista dal decreto legge 09.02.2019 G.U. serie generale 33. Ritengo che in questo momento di crisi economica che investe l'intera cittadinanza, una amministrazione non possa permettersi "distrazioni" , e non dare la possibilità ai cittadini di rottamare e quindi risparmiare sugli interessi delle cartelle esattoriali , senza ricevere sanzioni, dall'ente esattore. La presentazione del regolamento doveva essere un atto primario per l'ente. Si raprresenta che Il consiglio e' stato investito per ben tre volte per la costruzione di un parcheggio, e poi ci si dimentica di proporre un dreceto legge cosi' importante per tutti la cittadinaza.

Il Consigliere Comunale
Marcello Russo

Pagine