Intervento del sindaco Di Guardo

Versione stampabileVersione stampabile

Nino Di GuardoDi recente vengono riportati su questa testata “articoli” riguardanti il comune di Misterbianco a firma di un certo Ignazio De Luca il cui contenuto, pieno di inesattezze e di gratuiti insulti, ha sollevato qualche dubbio in alcuni lettori.

A proposito della nomina dell’impiegato comunale Carmelo Santonocito ad addetto stampa, voglio precisare che, come è noto, il parere contrario del segretario comunale non inficia in alcun modo la legittimità della delibera adottata. La mia Giunta ha opportunamente deciso di nominare addetto stampa Carmelo Santonocito, bravo e attento giornalista, da anni regolarmente iscritto all’albo utilizzando, così, competenze presenti all’interno del proprio organico senza alcun aggravio per le casse dell’Ente.

È bene ricordare che negli anni passati, sotto la guida della sindaca che mi ha preceduto, sono stati irresponsabilmente conferiti incarichi a giornalisti esterni e che il Comune, per pagare i loro onorari, ha sostenuto spese per centinaia di migliaia di euro.

Come tutti sanno, per me il denaro pubblico è sacro e l’operato della mia Giunta è sempre rivolto alla salvaguardia degli interessi del Comune. Sorvolo sulle altre argomentazioni perché del tutto campate in aria e, nei confronti del sig. De Luca, applico il vecchio detto: “Se un asino ti da un calcio non portarlo in tribunale”.

Questo fin’oggi. Ma, per il futuro, potrò cambiare idea.

Antonino Di Guardo
Sindaco di Misterbianco

tags: