Il Comitato contro la discarica continua a raccogliere fondi

Versione stampabileVersione stampabile

noDiscaricaIncassato il pronunciamento del Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia - sezione staccata di Catania, che lo scorso mercoledì si è pronunciato sul ricorso presentato da Comitato contro la Discarica di Motta S. Anastasia e Codacons regionale contro il Piano regionale per la gestione dei rifiuti e il decreto per l'ampliamento della discarica di contrada Tiritì, stabilendo che la competenza in materia deve essere demandata al Tar del Lazio, i volontari del Comitato civico mottese anche nei giorni festivi appena trascorsi hanno continuato la raccolta di fondi finalizzata alla prosecuzione dell'azione giudiziaria.

«La nostra lotta giudiziaria - si legge in una nota del Comitato contro la discarica - si sposta a Roma, al Tar del Lazio e restiamo fiduciosi perché i motivi dell'impugnativa sono forti, costituiti attorno a un consenso popolare reale». «In attesa della sentenza - prosegue il comunicato - continueremo la battaglia sul piano politico cercando, assieme al Comitato di Misterbianco, di sollecitare il governo regionale affinché possa annullare il decreto che, nel 2009, autorizzò l'ampliamento della discarica. In questi giorni faremo dei gazebo per raccogliere i fondi che ci permetteranno di sostenere le spese legali. Sarà l'occasione per continuare a informare i cittadini sui motivi della nostra lotta».

Giorgio Cicciarella
La Sicilia
27/12/2012

tags: