Per Etna Ambiente chiesto un Consiglio straordinario

Versione stampabileVersione stampabile

Etnaambienteda lasicilia.it
Un consiglio straordinario è stato richiesto dai gruppi consiliari del Pd e del Movimento Volontari per far fronte all’emergenza «Etna Ambiente », la società a capitale pubblico partecipata dal comune di Misterbianco, che ha preannunziato il licenziamento di quattro unità lavorative che svolgono servizi per il Comune etneo. L’iniziativa dei due gruppi consiliari prende spunto dalla protesta delle scorse settimane quando i sindacati avevano proclamato lo stato di agitazione.

“Occorre trovare una soluzione che eviti il paventato licenziamento da parte di Etnabiente di 4 unità lavorative – dichiarato il capogruppo del Pd Massimo La Piana - e al contempo garantisca a tutti i dipendenti un orario di lavoro pieno che consenta loro di riacquistare la tranquillità e poter contare su un reddito dignitoso”. L’alternativa paventata è quella di ridurre l’orario di lavoro in modo da garantire l’occupazione a tutti, proposta questa che i sindacati hanno respinto chiedendo invece un aumento dell’orario dalle attuali 36 ore a 40 settimanali. Nella richiesta i due gruppi consiliari chiedono che la seduta si svolga prima dell’approvazione del bilancio di previsione e chiedono che si apra la discussione sulla gestione della società da parte dell’attuale cda.

 

 


LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

 

 

tags: