Bilancio di previsione 2013 Comune di Mistebianco

Versione stampabileVersione stampabile

Consiglio ComunaleSpettabile redazione, nella qualita' di componente della commissione bilancio del nostro comune, desidero porre all'attenzione dei nostri concittadini alcune considerazioni sul bilancio di previsione 2013 dell' amministrazione DI Guardo appena approvato dalla sua maggioranza consiliare.

- MANTENIMENTO LIVELLO ALTISSIMO DELLA TASSAZIONE: cosi' come gia' avvenuto nel bilancio dello scorso anno, anche quello attuale prevede il massimo della tassazione di addizionale IRPEF (colpisce soprattutto dipendenti e pensionati), il consolidamento del 5 per mille di IMU per la prima casa (il massimo e' il 6). Il 10.6 per mille sulle seconde case (massimo previsto) e, ciliegina sulla torta questa amministrazione ha pensato bene di far pagare il trasporto scuolabus alle famiglie degli studenti del proprio territorio.Tutti ricorderanno certamente quando, dai banchi dell'opposizione, chi oggi amministra si era battuto per il mantenimento del trasporto gratuito in nome del DIRITTO ALLO STUDIO. Si sa, i tempi cambiano, ma non cambia la scarsa attenzione che questa amministrazione nutre nei confronti delle famiglie se e' vero che ancora una volta si mantengoni i tagli del 50 per cento anche alle famiglie dei ragazzi che usano gli abbonamenti per recarsi presso le scuole superiori. Per quanto concerne la TARES, ovvero la nuova tassa sui rifiuti, verra' affrontata tra poco in consiglio comunale, ma stante alle voci ufficiose sul nuovo piano tariffario, credo che si vada ad un nuovo aumento della tassa rifiuti, nonostante la solita POLITICA DEGLI ANNUNCI di cui siamo stati abituati da questa amministrazione che parlava di un risparmio di 1 milione di euro. In questo scenario assolutamento negativo, l'unica notizia confortante per i nostri concittadini, sta nel fatto che la tanto temuta TASSA SULL'ARIA che respiriamo sia stata soppressa causa vicinanza discarica.

- ASSOLUTA MANCANZA DI INTERVENTI STRUTTURALI A FAVORE DEL COMMERCIO: anche quest'anno, quello dello sviluppo economico risulta essere il settore di bilancio con minori risorse, denotando l'assoluta incapacita' e volonta' di voler dare qualsiasi tipo di spinta ad un settore, il commercio, che vive una crisi profonda. Se si pensa per un attimo a cos'era fino a poco tempo fa il nostro comune in ambito commercio, vengono i brividi a pensare cos'e' oggi la nostra zona commerciale, un deserto verso il quale nessun tipo di investimento in termini di servizi sono posti dal sindaco DI GUARDO, lo stesso che in campagna elettorale aveva parlato di rilancio del commercio anche attraverso iniziative che potevano tornare come ad esempio la Fiera di Maggio, importante vetrina per molti dei nostri commercianti ed artigiani o ad altre iniziative che potevano coinvolgere i commercianti del centro storico che non chiedono altro se non di essere messi in condizioni di poter lavorare.

- ASSOLUTA MANCANZA DI SERVIZI ALLA PERSONA:ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI,ASILO-NIDO,TRASPORTO PUBBLICO dove siete? Nonostante gli spot elettorali tutto e' silente per mancanza di soldi, nonostante crediamo che gli anziani e i bambini meritano la massima attenzione da parte di chi amministra la cosa pubblica.

- SERVIZIO IDRICO: quello dell'acquedotto e' uno dei settori dove si registrano le perdite finanziarie piu' evidenti con una perdita economica che quest'anno si aggira intorno ai 500mila euro, giustificati dall'amministrazione con la condotta idrica fatiscente. Il problema per i nostri cittadini e' che, nel volgere di 2 anni i costi per la fornitura di acqua e' aumentata del 50 per cento passando da 1 milione del 2012 ad 1.350.000 del 2013 ad 1.470.000 del 2014. NON SAREBBE MEGLIO RIDURRE LE PERDITE DELLA RETE piuttosto che gravare sul bilancio ovvero sulle nostre tasche? Tanto avrei ancora da aggiungere ma non voglio tediare chi legge, ma una cosa e' certa: ci troviamo davanti ad un bilancio fallimentare, magari non nei numeri sapientemente stilati da funzionari in gamba, ma certamente nella sostanza in quanto assolutamente non in grado di dare risposte alle nostre famiglie, ai nostri giovani, ai nostri anziani, ai commercianti e a quanti avrebbero sperato in maggiore attenzione riguardo ai problemi piu' urgenti su LAVORO, SICUREZZA, VIABILITA' COESIONE SOCIALE. Ancora una volta grazie alla redazione per l'ospitalita' concessa.

consigliere comunale
Serafino Causo

tags: 

Commenti

Anche se più volte inviato da

Anche se più volte inviato da alcuni componenti di questo consiglio, non è mia abitudine assistere ai lavori consiliari.

Giovedi sera verso le ore 23.00 transitando casualmente per via Giordano Bruno, mi accorgo che il palazzo comunale era illuminato e quindi aperto al pubblico. Intuisco che è in corso una seduta del consiglio e ne approfitto per assistere. Si discute di bilancio, e colgo l'occasione per ascoltare alcuni interventi di consiglieri che propongono alcuni emandamenti a favore delle persone anziane, nonchè servizi di pubblica utilità in genere con costi davvero contenuti (alcune migliaia di euro). Quasi tutti bocciati, solo perchè proposti dalla minoranza. Guardacaso quelli proposti dalla maggioranza, passano senza particolari problemi.

La cosa che mi ha lasciato ancor più addolorato, è l'aver constatato che tutto questo avveniva addirittura alla presenza del Sig. Sindaco, del buon padre di famiglia,  nel quale cercavo di intravedere uno spiraglio di buon senso nel partecipare i gruppi della propria maggioranza a votare a favore, ricordando i buoni propositi fatti durante la campagna elettorale.

Più passava il tempo più mi illudevo, alle ore 01.00 decidevo cosi di lasciare l'aula, consapevole solo di aver perso qualche ora di buon sonno.

Riflessione:

Cambiano le giunte, cambiano i consiglieri, cambiano i sindaci, ma non cambia la testa e lo spirito di saper fare politica costruttiva a favore della cittadinanza.

Attendiamo con fiducia tempi migliori magari con maggior senso di responsabilità da parte degli attuali amministratori, c'è sempre tempo per maturare...

Pasqualino Longo

Pagine