Società

Siate affamati. Siate folli (S.Jobs)

Steve Jobs Dedico il titolo di questa mia lettera e le righe che seguono, ai tanti giovani che incontro quotidianamente, e perché no, anche ai tanti vecchi che costellano la mia avanzata esistenza, che sono stanchi di questa vita, di questo mondo, di questa politica, per dire loro di non smettere mai di credere.
Credere in sé stessi, credere in chi ci sta vicino, anche se non risponde alle nostre sollecitazioni, anche se non corrisponde alle nostre aspettative.

Pippo Gullotta

Salvati due anziani coniugi

Incendi Una donna di 90 anni, immobilizzata su una sedia a rotelle, con il marito coetaneo sono stati messi in salvo da una pattuglia di carabinieri della Tenenza di Misterbianco intervenuta sul posto, chiamata da passanti, appena vista una colonna di fumo che si sprigionava dal balcone dell'appartamento posto al terzo piano di un piccolo stabile in condominio. L'incendio è avvenuto ieri mattina in via Nobel, in pieno centro urbano del quartiere di Lineri, dove probabilmente per un guasto elettrico alla caldaia o per un corto circuito, si sono propagate delle fiamme che hanno investito la veranda e l'attigua abitazione dell'anziana coppia, poi domate dall'arrivo dei vigili del fuoco di Catania.

Carmelo Santonocito
La Sicilia
07/04/2012

Al rogo magazzino di giocattoli danni stimati a oltre 5 milioni

incendio Ammontano a oltre cinque milioni di euro i danni causati dall'incendio che mercoledì sera ha completamente distrutto un capannone nella zona commerciale di Misterbianco dove era allocata la ditta «Ciccio giocattoli»: un grande magazzino al dettaglio specializzato nella vendita di giocattoli, articoli da regalo, casalinghi, oggettistica varia, addobbi e attrezzatura per il mare. L'incendio si è sviluppato poco prima della mezzanotte di mercoledì: i primi ad accorgersene sono stati i vigilantes privati che hanno dato subito l'allarme chiamando i vigili del fuoco.

Carmelo Santonocito
La Sicilia
06/04/2012

Casa a fuoco a Lineri. Salvati coniugi e badante

palazzina Ai carabinieri che li hanno prontamente soccorsi hanno gridato: “non ce ne andiamo da questa casa, noi qui vogliamo restare”. Momenti di paura, ieri mattina, per due anziani nel quartiere periferico di Lineri. Al civico 129 di via Nobel, uno scoppio prima e le fiamme poi hanno messo in pericolo Francesco Nazareno Lauretta di 83 anni e Carmela Armieri di 79 anni. Quando i carabinieri sono entrati in casa, allertati dai passanti, il fumo aveva già invaso la cucina e la signora anziana, immobilizzata sulla sedia a rotelle era in serio pericolo. I tre carabinieri, hanno soccorso la donna che non poteva muoversi.

Francesca Aglieri Rinella
Giornale di Sicilia
07/04/2012

L'oratorio Santa Bernardetta premiato dal Milan per il fair play e l'educazione dei propri giovani

oratorio Santa Bernardetta Nell'ambito dell'iniziativa denominata «Il Milan e gli oratori», in occasione del recente ritiro della squadra rossonera a Catania, è stato premiato con una targa che richiama San Siro, luogo simbolo del calcio italiano, l'oratorio «Santa Bernardetta» di Misterbianco, annesso all'omonima parrocchia. L'oratorio, rappresentato dall'animatore Carmelo Di Grazia e dal collaboratore Angelo Di Grazia, è stato scelto, su segnalazione del Csi di Catania, per il fair play dimostrato dai suoi giovani atleti nei tornei e nei campionati provinciali della passata stagione e per il grande impegno degli educatori nell'aiutare i ragazzi a crescere secondo i valori dello sport.

La Sicilia
06/04/2012

Un'area commerciale da sempre nel mirino dei clan

Palazzo in Fiamme La zona commerciale di Misterbianco è sempre stata particolarmente appetita dai clan. Ma ciò avveniva specialmente quando ancora non si era registrato il proliferare di centri commerciali in tutta la provincia e la gente si recava a frotte in quell'area per acquistare, con un certo risparmio, nei supermercati e nei negozi della zona. Il concetto era sempre lo stesso: avere più negozi e più scelta in un fazzoletto di territorio. Per motivi, per così dire, geografici - quindi di vicinanza... - erano soprattutto i santapaoliani di Monte Po ad avere interessi in quella zona: le ordinanze delle vecchie operazioni antimafia condotte dalle forze dell'ordine raccontano di un continuo viavai di «picciotti», che non soltanto erano soliti imporre il «pizzo» ai commercianti, ma che spesso andavano via dai negozi di abbigliamento con buste colme di vestiti di marca e dai supermercati con carrelli carichi di generi alimentari.

c.m.
La Sicilia
06/04/2012

Preoccupazione per i posti di lavoro a rischio Il sindaco: «Speriamo nella ripresa dell'attività»

Palazzo in Fiamme L'incendio che ha distrutto mercoledì notte il capannone della «Ciccio Giocattoli» è certamente un grave colpo all'economia dell'intera area commerciale di Misterbianco, soprattutto se si considera la coincidenza con il lungo periodo di crisi che sta attanagliando tutte le attività e, in primo luogo, quelle imprenditoriali.
Un episodio che ovviamente avrà una ricaduta negativa non solo sull'imprenditoria locale, ma anche e soprattutto sull'occupazione, già in gravi difficoltà in tutta l'area commerciale, quell'area che una volta rappresentava un vero sbocco lavorativo per migliaia di famiglie di Misterbianco e non solo.

Carmelo Santonocito
La Sicilia
06/04/2012

In fumo a Misterbianco il deposito Ciccio Giocattoli

incendio Del capannone commerciale “Ciccio Giocattoli”, azienda specializzata nella vendita al dettaglio, non è rimasto più nulla. Le fiamme, alte anche 12 metri, mercoledì sera, intorno alla mezzanotte, hanno avvolto l’intero edificio che si estende su una superficie di sei mila metri quadrati. Tutto è andato in fumo: articoli da regalo, addobbi di natale e carnevale, attrezzatura per la spiaggia, casalinghi e oggettistica. L’incendio che ha distrutto per intero la struttura (sono ancora da accertare le cause, se di origine dolosa o no) è stato alimentato dal materiale plastico accatastato all’interno del deposito. Anche una parte del capannone ha ceduto per il crollo delle travi portanti, così come i vetri delle finestre che si sono squagliate a causa delle alte temperature che hanno raggiunto gli 800 gradi.

Francesca Aglieri Rinella
Giornale di Sicilia
06/04/2012

Grossista di cocaina arrestato fa i complimenti ai Cc

Paolo Motta Si è complimentato con i carabinieri della Tenenza di Misterbianco, che lo hanno arrestato dopo un tentativo di fuga, poi fallito. E' così finito in manette Paolo Motta, 59 anni, residente nel centro storico, con precedenti penali per reati contro il patrimonio e furti, a cui è stata sequestrata cocaina pura per oltre mezzo chilo che, una volta spacciata, avrebbe fruttato oltre cinquantamila euro.
Motta è stato arrestato al termine di un'azione investigativa scattata dopo alcuni recenti arresti per droga e che hanno portato i carabinieri sulle sue tracce.

Carmelo Santonocito
La Sicilia
04/04/2012

Pagine

Abbonamento a Società