Giugno 2011

Il popolo delle sciare: Cambia il vento

Frazioni in Movimento
Gentili lettori, il bollettino di questo mese vuole avere la pretesa di un promemoria elettorale, una stagione politicamente nuova è stata accennata con il voto amministrativo di qualche settimana addietro. Oggi un nuovo obbiettivo di progresso morale è alla portata di "penna" andando a votare. E' grande la mobilitazione intorno all'appuntamento referendario del 12 e 13 Giugno. L'obiettivo, è noto, è raggiungere il quorum. Questo significa che il 50% più uno degli aventi diritto deve recarsi alle urne; se poi vota Si ai quattro quesiti (2 contro la privatizzazione dell'acqua, 1 contro il ritorno all'energia atomica, 1 contro il legittimo impedimento) è meglio.

DOMANI I MERCATINI DI CAMPAGNA AMICA

COMUNICATO STAMPA del 7 giugno 2011

Domani, mercoledì 8 giugno, dalle 9 alle 14, in piazza Pertini (ex piazza Mercato), appuntamento con i "Mercatini di campagna amica". Potranno essere acquistati i prodotti a "chilometro zero", dei produttori agricoli della provincia di Catania: frutta di stagione, verdura, ortaggi, formaggi, olio e confetture.

Doppio agguato mafioso

agguatoda ansa.it - step1.it
Forse si tratta di un limitato "regolamento di conti". Ma Cosa nostra catanese è tornata a sparare. Nel giro di meno di 24 ore, la città è di nuovo teatro di quella che appare, o potrebbe diventare, una nuova "guerra di mafia". Ieri (venerdì 3 giugno), a Misterbianco, il boss del clan dei "cursoti", Giuseppe Garozzo, aka "Pippo u maritatu", è stato colpito da diversi proiettili, riuscendo fortunosamente a cavarsela. Il mancato killer si è affiancato con una moto di grossa cilindrata allo scooter di Garozzo e ha ferito anche un altro pregiudicato che si trovava con lui, Angelo Adriatico di 68 anni.

Stavano depredando una casa ma sono stati sorpresi dai Cc

arrestoda lasicilia.it
Approfittando dell'assenza dei proprietari per motivi di lavoro e della posizione in una zona periferica, due ladri avevano tentato di alleggerire una casa in via Farnese, una traversa di via S. Margherita in contrada Madonna degli Ammalati, ma sono stati arrestati dai carabinieri della Tenenza. In manette Alessandro Nicolosi di 31 anni, residente nel centro etneo e con precedenti penali ed un minorenne che dopo aver sfondato la porta si erano introdotti all'interno.

Discarica, l'ampliamento che divide

discaricada lasicilia.it
L'ampliamento della discarica di contrada Tiritì è al centro del dibattito politico cittadino. A discuterne è stato il Consiglio comunale, riunitosi in seduta straordinaria e urgente per trattare una mozione presentata da 8 consiglieri di opposizione (primo firmatario il consigliere Giacomo Juculano), in cui gli stessi chiedevano l'approvazione di un ordine del giorno avente per oggetto la revoca del provvedimento di ampliamento della discarica, autorizzato dalla Regione.

Il popolo delle sciare: Il giorno dopo

Frazioni in Movimento
Gentili lettori, ci presentiamo alla vostra attenzione con una riflessione: “Mai nessuna notte è tanto lunga da non permettere al sole di sorgere.” Il giorno dopo è, per certi versi, tutto quello che avremmo dovuto fare e preventivare prima, come la pillola del giorno dopo per un rapporto a rischio, i ripensamenti agli errori, il giorno dopo dell’affondamento del Titanic, il disastro di Chernobyl ecc. Insomma, c’è un giorno dopo sempre per tutto e per tutti, per noi, per la politica, ma soprattutto, per i politici. La resa dei conti, il Day After che aspettavi, sembra arrivato.

Nasce la Consulta della legalità

Consulta della legalitàda lasicilia.it
Sarà costituita a Misterbianco la «Consulta della legalità». Ad annunciarlo è stato il sindaco, Ninella Caruso, nel corso di un convegno organizzato dalla locale sede della Confcommercio sul tema: «Lotta al racket, all'usura e alle illegalità diffuse: la risposta dello Stato», al quale sono intervenuti, coordinati dal giornalista Alfio Sciacca, il presidente di Confcommercio Sicilia, Pietro Agen, il presidente dell'associazione antiracket «Rocco Chinnici», Claudio Risicato, il componente della commissione nazionale antimafia, Giovanni Burtone, il vicepresidente della commissione regionale antimafia, Dino Fiorenza, e Serafino Caruso, presidente della locale sede di Confcommercio.