Anime alla ricerca della redenzione

Versione stampabileVersione stampabile

Frazioni in Movimento"Guai a voi anime prave! Non isperate mai veder lo cielo"; Dante canto III

La porta dell'inferno si sa è Caronte ma, a Misterbianco è la ditta che ha in subappalto la manutenzione dell’illuminazione pubblica, la Consip, a creare l'atmosfera dantesca, con l'installazione nelle rete stradale di nuove lampade "cimiteriale". La scarsa illuminazione prodotta dai nuovi illuminatori è adatta per anime in cerca della redenzione.
Chi si avventura per le strade della periferia ha l’impressione di una tetra situazione di malinconico abbandono, di tristezza esistenziale, di cupo collasso psicologico. Ci domandiamo, come cittadini e come contribuenti, di chi è stata l’idea di sostituire, l’efficienza con la deficienza?

Sarà forse stata la mirabolante amministrazione cittadina, per tediarci maggiormente con questa geniale trovata? Non bastava più il disagio, l’abbandono, il degrado urbano, per soddisfare il loro bisogno di misantropo masochismo, bisognava colpire in profondità, nell’animo. Sicuramente si saranno investite delle somme per sostituire tutti i “corpi illuminanti”, accese ed animate sedute consiliare per scegliere il modello, soprattutto, il risparmi energetico e l’ecologico. Peccato che le moderne tecnologie prevedono lampioni con tecnologia LED e non più quel tipo di lampade installate. Un bel modello di “new aut” tanto strombazzato dal governo e dal suo Presidente del Consiglio. Il tutto avviene senza degnarci di uno sputo di confidenza, come è loro costume. Paghiamo sempre di più i servizi per avere sempre meno benefici. Cosi è stato per la spazzatura, i trasporti urbani, le addizionali comunali, regionali e provinciali. Un magnifico esempio di economia del caxxo. Complimenti! Speriamo che sulle vostre tombe ( in un futuro lontanissimo) vi sarà sempre acceso lo stesso lumicino che offrite a noi cittadini.

tags: