All'oratorio di San Nicolò, la Mostra dedicata a padre Cannone, il "Don Bosco dei misterbianchesi"

Versione stampabileVersione stampabile

Mostra padre CannonePer la comunità locale, resta per sempre “il Don Bosco dei misterbianchesi”. Il compianto parroco Vincenzo Cannone, indimenticabile sacerdote e formatore amorevole e amatissimo di intere generazioni, a 5 anni dalla sua scomparsa avvenuta all’eta di 90 anni, di cui 60 di lungo ministero presbiterale svolto con semplicità e umanità straordinarie, è stato ricordato con gioia e sobrietà in una magnifica Mostra a lui appositamente dedicata presso quel “suo” Oratorio parrocchiale di San Nicolò da lui fortemente sognato, voluto e poi faticosamente realizzato.

Nella settimana del significativo evento corale, moltissimi i cittadini di ogni età (non solo parrocchiani) che hanno visitato i locali dove erano stati allestiti paramenti, fotografie, video, cartelloni, documenti, oggetti e perfino le divise dei piccoli “crociati” di tantissimi anni fa; innumerevoli ricordi e testimonianze preziosi di un’intensissima attività pastorale arricchita da ironia, allegria e gioia di stare insieme nella fede vissuta.

L’attuale parroco Giuseppe Raciti: «Siamo molto felici di aver potuto rendere omaggio, con un grande affetto intergenerazionale e l’impegno di tanti giovani, al padre di questa comunità, dei bambini di allora che sono gli adulti generosi di oggi, in questo oratorio così bello costruito a suo tempo pietra su pietra con enormi sacrifici per far giocare gratuitamente e formare i ragazzi in contesti poveri; un’opera che abbiamo l’onore e l’onere di portare avanti e far crescere, in un luogo dalle cui pareti trasuda la memoria di padre Cannone e si tramanda per sempre».

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
27/09/2021

tags: