Acquisti a prezzi scontati in 500 aziende Misterbianco

Versione stampabileVersione stampabile

Confcommercioda lasicilia.it
«Famiglie e imprese: rilanciamo l'economia». E' questo il nome della convenzione che è stata sottoscritta ieri mattina tra la Confcommercio di Misterbianco, guidata da Serafino Caruso, e la Cisl del centro etneo, rappresentata dal segretario provinciale Alfio Giulio e dalla segretaria territoriale Rosaria Rotolo.
L'iniziativa nasce dalla volontà di collaborazione dei due enti per cercare di contrastare gli effetti della crisi, aiutare le famiglie e i soggetti più deboli ad affrontare con maggiore serenità le spese correnti, favorendo così l'incremento dei consumi negli esercizi commerciali della zona.
Un percorso voluto per riavviare un processo virtuoso di rilancio dell'economia, partito non a caso dal centro etneo, che ospita la più grande realtà commerciale della provincia e vede una forte presenza di iscritti al sindacato della Cisl.

La convenzione prevede la possibilità di effettuare acquisti di prodotti e servizi, per i duemila aderenti alla Cisl, a prezzi scontati nelle 500 aziende aderenti a Confcommercio che hanno sede operativa nel Comune e che sottoscriveranno l'accordo.
«Si tratta di una sinergia concreta - hanno affermato Alfio Giulio e Serafino Caruso al termine dell'incontro - per dare un aiuto alle famiglie, ai lavoratori e ai pensionati e sostenere i consumi in un periodo di grande difficoltà. È un esempio di come sia possibile dare impulso allo sviluppo del territorio e contribuire al rilancio dell'economia, tutelando contemporaneamente i redditi di famiglie».
I commercianti applicheranno prezzi scontati o effettueranno promozioni durante un periodo concordato su beni e servizi con modalità che verranno stabilite tra le parti attraverso la convenzione.
L'iniziativa tra Confcommercio e Cisl sarà nei prossimi giorni promossa e divulgata con materiale informativo in ogni esercizio commerciale aderente e nella sede locale della Cisl attraverso un'azione di coinvolgimento dei propri soci.

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

tags: