È una questione di civiltà

Versione stampabileVersione stampabile

Giusy PercipalleE' una vergogna come un disabile in un luogo pubblico non abbia nessuna precedenza.
È una questione di civiltà.

In questo comune sono numerose le segnalazioni di persone affette da disabilità o donne in gravidanza che non ricevono adeguata tutela al proprio diritto di precedenza all'interno degli uffici comunali.

Chiedo agli uffici competenti nonché ai Commissari Prefettizi di evidenziare questa incresciosa situazione e caldeggiare un intervento con norme speciali a favore delle categorie più deboli, per riequilibrare una diseguaglianza esistente, di fatto, tra i vari soggetti e rimuovere gli ostacoli di ordine sociale.

Uno sguardo va dato soprattutto alle scuole di competenza comunale, ove bambini e ragazzi con disabilità hanno urgente bisogno della considerazione che in questo comune fino ad oggi nessuno è stato in grado di dare, con supporti e mezzi adeguati.

In qualità di Presidente del Comitato cittadino auspico un intervento per istituire una vera e propria regola che dia la precedenza ai diversamente abili negli uffici pubblici, semplicemente perché è giusto vederlo come un momento di crescita culturale e sociale.

Giusi Letizia Percipalle
Il Presidente del Comitato cittadino
La voce di Misterbianco

tags: