«Videosorveglianza e parcheggi»

Versione stampabileVersione stampabile

Confcommercio MisterbiancoVideosorveglianza, parcheggi, carabiniere di strada e decoro del territorio per attrarre maggiori clienti sono gli obiettivi della Confcommercio di Misterbianco in prossimità delle festività di fine anno, ma in progetto c'è anche la soluzione del problema degli allagamenti nella zona sud che hanno messo sul lastrico numerose aziende che lì operano.

Le richieste sono state avanzate all'amministrazione comunale e alla locale Tenenza dei carabinieri al fine di garantire sicurezza agli operatori commerciali e una migliore viabilità e decoro delle strade urbane. «Ci siamo messi subito al lavoro - ha detto la presidente di Confcommercio, Giovanna Giuffrida - poiché riteniamo le prossime festività un momento importante per il rilancio del commercio sia nel centro storico che nella zona commerciale. Noi faremo anche la nostra parte con i nostri iscritti che intendono superare questa fase di ristrettezze».

- Cosa avete in programma?
«Dopo l'iniziativa sulla legalità con la presentazione del libro "Ricatto allo Stato" e l'incontro con i commercianti che operano nelle frazioni stiamo lavorando ai mercatini di Natale, aperti dal 13 al 23 dicembre, in collaborazione con l'assessorato allo Sviluppo economico e, nella notte tra il 22 e 23 dicembre, daremo vita alla "notte bianca" non solo in centro ma auspichiamo anche nel quartiere di Lineri».

Non di secondaria importanza la sistemazione della parte finale del canale che ogni anno in occasione di forti piogge allaga tutta l'area. Lo scorso anno, a marzo, sono state ben 50 le ditte che hanno subìto danni e per superare gli ostacoli, anche di carattere burocratico, i commercianti hanno istituito un comitato operativo che intende recarsi a Palermo per affrontare il problema.

«Adesso che l'Ars si è insediata - ha continuato la presidente Giuffrida - chiederemo un incontro per far sì che venga sbloccato l'iter dei lavori del canale, la cui strozzatura è la causa dei danni causati ogni anno che ha mandato in tilt diverse attività».

Nell'azione sinergica che i commercianti intendono portare avanti con l'amministrazione comunale c'è anche il problema, di non facile soluzione, dell'arrivo di numerosi commercianti cinesi presenti sul territorio della zona commerciale. Un problema, questo, che si registra anche in altri Comuni e di non facile soluzione.

Carmelo Santonocito
La Sicilia
09/12/2012

tags: