Progetto di educazione stradale under 14

Versione stampabileVersione stampabile

Progetto stradaleLa FIAB onlus, associazione che ha lo scopo di promuovere l’uso della bicicletta sia come mezzo di trasporto quotidiano per migliorare traffico e ambiente urbano, sia per la pratica dell'escursionismo in bicicletta in una forma di turismo rispettosa dell’ambiente, svolge il proprio compito facendo lobbying nei confronti dei pubblici poteri per ottenere interventi e provvedimenti a favore della circolazione sicura e confortevole della bicicletta e, più in generale, per migliorare la vivibilità urbana (piste ciclabili, moderazione del traffico, politiche di incentivazione, uso combinato bici+mezzi collettivi di trasporto ed altro), organizzando manifestazioni di ciclisti, presentando proprie proposte e progetti, attività didattiche nelle Scuole, ecc..

Con decreto n.651 del 10 dicembre 1993 del Ministero dei Lavori Pubblici la FIAB è stata inserita nell’elenco degli enti e delle associazioni di comprovata esperienza nel settore della prevenzione e della sicurezza stradale.

Questa estate la FIAB Misterbianco nell’ambito del calendario delle attività del “GREST DALFA 2018” dell’A.S. Volley Kondor Misterbianco ed in collaborazione con il comando della Polizia Municipale ha pianificato un primo corso teorico-pratico di educazione stradale con i bambini dagli 8 ai 12 anni con una prova teorica di un’ora che si è già svolta nella palestra dell’istituto comprensivo statale “Pitagora” lunedì 9 luglio u.s. ed una prova pratica conclusiva di due ore, che prevede il rilascio della “ciclo patente” e che si svolgerà presso la piazza Pertini sabato 14 luglio alle ore 18.00 (vedi in allegato locandina e ciclo patente), dove sarà allestito un apposito circuito.

Col termine educazione stradale, così come definito dall’art. 230 del Codice della Strada, si comprendono tutti quei principi “allo scopo di promuovere la formazione dei giovani in materia di comportamento stradale e della sicurezza del traffico e della circolazione, nonché per promuovere ed incentivare l'uso della bicicletta come mezzo di trasporto,...” predisponendo “appositi programmi …, da svolgere come attività obbligatoria ... nelle scuole di ogni ordine e grado, che concernano la conoscenza dei princìpi della sicurezza stradale, nonché delle strade, della relativa segnaletica, delle norme generali per la condotta dei veicoli, con particolare riferimento all'uso della bicicletta, e delle regole di comportamento degli utenti, ...”, con ciò esprimendo la necessità di impartire, anche ai più giovani, le conoscenze basilari per circolare, conoscere e rispettare le regole sulla strada e soprattutto i corretti comportamenti da adottare. Non è infatti vero che il codice stradale sia stato scritto esclusivamente per gli automobilisti. Solo comprendendo che la strada, in quanto "pubblica", soggiace a determinate leggi e soprattutto impone prudenza e rispetto nei confronti di se stessi, degli altri e dell'ambiente, si può sperare in una riduzione degli incidenti e in una mobilità più sostenibile. Ai dirigenti scolastici, secondo il comma 6 dell’art.5 della legge n. 221 del 28 dicembre 2015, nell'ambito della loro autonomia amministrativa ed organizzativa, inoltre spetta istituire la figura del mobility manager scolastico. (Per un miglior approfondimento leggasi il dossier “Che fine ha fatto il mobility manager scolastrico? Dalle parole ai fatti.”, pubblicato lo scorso 29 giugno su http://www.aetnanet.org/scuola-news-24883298.html ).

L'invito alla manifestazione è stato perciò rivolto anche a tutti i sei dirigenti scolastici degli istituti comprensivi statali del comune per poter pianificare e avviare insieme delle attività educative durante l'anno scolastico.

Vi aspettiamo sabato in bici con i vosti figli e nipoti.
Misterbianco lì, 12 luglio 2018

Giuseppe Gullotta
referente FIAB Misterbianco
sezione di FIAB Catania

tags: