Misterbianco, polemica su evento canino di carnevale Lav: "Non rispetta le normali abitudini degli animali"

Versione stampabileVersione stampabile

Cane ... valeMa gli organizzatori replicano: «Nulla di discriminante, c'è parere favorevole di Asp e vigili urbani». A scatenare la diatriba è stata una sfilata, prevista per oggi pomeriggio, in cui il proprietario e il cane sfileranno insieme, con travestimenti simili. «Non saranno ridicolizzati», assicurano.

Diatriba carnascialesca a Misterbianco, tra Lav (Lega anti vivisezione) e l’associazione Lal-Animale libero. Quest’ultima, è stata invitata dalla commissione organizzatrice del Carnevale ad organizzare, per oggi pomeriggio, giovedì grasso, una manifestazione denominata Cane... Vale, una sfilata «in cui conduttore e cane – si legge nella locandina dell’evento - dovranno sfilare mascherati con costumi in sintonia. Saranno premiati i migliori costumi e la coppia più simpatica». Secondo la Lav, questo tipo di iniziativa non rispetterebbe le normali abitudini dell'animale, pertanto ha chiesto al Comune di sospenderla.

«Ai servizi veterinari ed alla polizia Municipale - ha detto Angelica Petrina, referente Lav di Catania - abbiamo chiesto di predisporre idonei controlli al fine di garantire il rispetto delle norme in vigore, a tutela degli animali». Per la Petrina i cani verrebbero fatti sfilare «indossando maschere e altri indumenti, e sarebbero plausibilmente sottoposti al frastuono di un pubblico concitato». La sfilata esporrebbe i cani, a detta di Petrina, a situazioni di stress e disagio non in linea con i loro comportamenti abituali. L’associazione animalista si «riserva di intervenire con ogni azione che riterrà opportuna a tutela degli animali».

Non si è fatta attendere la replica della presidentessa di Lal- Animale libero Lina Savo. «Quando siamo stati invitati dalla commissione del Carnevale - spiega - ci era stato proposto di portare gli animali in adozione per farli sfilare. Noi abbiamo detto subito no - ha specificato Savo.- Si tratta di una manifestazione in cui ci stanno solo i cani di proprietà: il proprietario, quindi, è responsabile per il benessere e la tutela dell’animale. Noi avremmo vigilato per tutelare gli animali. Abbiamo deciso di collaborare con il Comune - aggiunge - proprio per garantire il benessere dei cani». E a proposito della sfilata di oggi, in programma dalle 18.30 da piazza Mazzini a piizza Repubblica, si tratta di una passeggiata di circa 500 metri e in quel tragitto non c’è musica.

«I cani non saranno ridicolizzati - assicura Savo - visto che potranno indossare un cappottino, un collare o un fiocchetto che richiama il costume del proprietario». La passeggiata avviene in un giorno in cui non ci sono sfilate di gruppi, previsti invece per domenica e martedì. Una volta che i cani sfileranno, saranno premiati e potranno andare via. «Ci sarà poi un appuntamento gastronomico - prosegue Savo - con una maccarrunata, non organizzata da noi, ma dagli esercenti della piazza. Come associazione non stiamo commettendo alcun maltrattamento. Anzi: uno degli obiettivi era quello di sensibilizzare, attraverso delle brochure, i cittadini alla microcchipatura e alla sterilizzazione dei cani».

La manifestazione, nonostante l’invito della Lav a sospenderla, si svolgerà regolarmente. Lo conferma la stessa presidente della Lal: «Asl veterinaria, vigili urbani e altri enti - sottolinea - hanno dato parere favorevole per svolgimento dell’evento. Non c’è nulla di discriminante». L’associazione Lav avrebbe contestato anche la locandina che ricorda la sfilata. «Si tratta - conclude savo - di foto scaricate da internet, quindi non è stato utilizzato alcun animale».

Salvatore Caruso
catania.meridionews.it
8/02/2018

tags: