Misterbianco, Comune modifica Carnevale. Marco Corsaro: "Blocchiamo assurdità"

Versione stampabileVersione stampabile

Ceglie - CorsaroMisterbianco, il Comune lancia modifiche al Carnevale. Opposizione alza le barricate. Secondo Marco Corsaro «Il nuovo assurdo regolamento rischia di demolire uno dei Carnevali più importanti di Sicilia»

(Misterbianco, 8/6/2018) «Serve stoppare tutto, quel regolamento rischia di demolire l'evento turistico più importante della città, il Carnevale di Misterbianco, uno dei più importanti di Sicilia». Non hanno dubbi i consiglieri comunali Marco Corsaro, Lorenzo Ceglie e Rossella Zanghì. La proposta di modifica del regolamento della manifestazione, presentata dall’amministrazione di Nino Di Guardo, rischia di «Svilire ruolo e apporto dei fondamentali gruppi in maschera togliendo loro i capannoni, riduce il numero dei gruppi partecipanti a 4 dando anche limiti alla partecipazione dei più piccoli», spiegano gli esponenti del movimento Guardiamo Avanti.

La proposta parte da un assessore, Stefano Santagati, «che neppure è dotato di delega al Carnevale e si fa interprete di un’assurdità - attacca Marco Corsaro - ma ancor più grave è che arrivi un regolamento calato dall'alto, senza che gli attori del Carnevale, le forze impegnate in prima persona, ne sapessero nulla. Neppure i consiglieri comunali, come costume di un’amministrazione sfilacciata e schizofrenica, sono stati coinvolti».

Nella proposta figurano pure alcuni accorgimenti tecnici richiesti dalla Prefettura: «Su quei punti siamo disponibili, assieme ai gruppi, a sederci attorno ad un tavolo. Per il resto - concludo Corsaro e Ceglie - rispediamo indietro questo tentativo arrogante. Il Carnevale, così come l’intera città di Misterbianco, richiede visione e competenza, non ridimensionamento». (In foto Ceglie e Corsaro con le carte del regolamento sotto accusa)

Movimento Guardiamo Avanti
Misterbianco

tags: