Raid vandalico sugli specchietti delle auto

Versione stampabileVersione stampabile

Specchietti rottiVandalismo purtroppo ancora di casa in pieno centro a Misterbianco. Brutto risveglio ieri mattina in via Gramsci e in via Galimberti – e ci dicono anche altrove - per tanti automobilisti, sulle cui autovetture parcheggiate in strada erano stati "staccati" o distrutti da ignoti nella notte gli specchietti retrovisori. Con post sui social e segnalazioni al cronista.

Danno economico, disagio e rabbia per un nuovo atto incivile destinato probabilmente a restare impunito. Torna dunque di piena attualità l’esigenza di prevenire il più possibile queste insostenibili “bravate” di mascalzoni della notte, con l’attuazione magari progressiva di un diffuso sistema di videosorveglianza che serva ad arginare il più possibile certa delinquenza. Non facile la soluzione, sul piano finanziario e organizzativo, ma l’appello è ormai corale e diffuso, e l’adozione di efficaci provvedimenti appare obiettivamente urgente e indispensabile.

Se n’è parlato anche in più di un Consiglio comunale, anche con ripetute pressioni del gruppo di opposizione “Guardiamo avanti” (che oggi rilancia a viva voce la richiesta); e dal canto suo l’amministrazione comunale attraverso l’assessore Matteo Marchese (che oggi ce lo ribadisce) ha preannunciato l’avvio ormai imminente a Misterbianco di un sistema di videocamere di sorveglianza con alcune iniziative “a costo zero” ed altre a costi fortemente ridotti. Non rimane che attendere e sperare.

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
27/02/2018

tags: 

Commenti

Per non parlare delle

Per non parlare delle finestre rotte, lancio di sassi, calci e pugni alle porte che continuamente gli abitanti tra piazza Mazzini e Piazza Dante devono subire.

Ok la videosorveglianza ma ci vuole uno sforzo in più per il controllo del territorio, anche perchè non ci vuole Montalbano per capire che si tratta di gruppi di ragazzini sfaccendati e senza educazione.

Giovanni Daino

Pagine